Newsletter E…State al Podere Rosa dal 20 al 24 giugno

[cpr_testata_5x1000]

Newsletter @casalepodererosa del 20.giugno.2017
  • Casale Podere Rosa al Dip. Patrimonio / Lettera del 12/06/2017

    Gli uffici dell’Amministrazione Capitolina stanno verificando i requisiti degli organismi che hanno in concessione immobili del patrimonio indisponibile del Comune di Roma per poi procedere al riordino del patrimonio stesso (circa 800 immobili). Da un anno a questa parte si sono susseguiti diversi atti amministrativi finalizzati ad un ragionevole ‘rallentamento’ degli sfratti fino all’approvazione del nuovo regolamento per le concessioni del patrimonio immobiliare.
    Ad oggi il regolamento non è stato approvato, mentre le realtà dei territori che -come anche il Casale Podere Rosa- tengono in vita presidi di cultura, di socialità, che rendono ai cittadini servizi di utilità pubblica, rischiano di vedere apposti i sigilli e di dover interrompere immotivatamente le attività.
    Da come si sono svolti alcuni controlli al Casale Podere Rosa riteniamo che gli uffici partano da una ipotesi arbitraria per dimostrare il teorema che la nostra associazione svolge una attività di tipo commerciale e che la svolge peraltro senza le debite autorizzazioni. Se il teorema venisse dimostrato il Casale Podere Rosa “salirebbe” di graduatoria nella lista dei prossimi sfratti…! (leggi la lettera)

  • E..State al Podere Rosa – Estate Re-Esistente 2017

    Per evitare di pensare in “nero” abbiamo deciso di autotassarci ed acquistare un nuovo videoproiettore per vederci bene e con tutti i colori dell’arcobaleno, in questa programmazione estiva con eventi, conferenze, dibattiti, presentazioni di libri, spettacoli, film proiettati nell’Arena PodeRosa maxischermo, possibilità di cenare all’aria aperta dal giovedì al sabato sera. Biblioteca dal martedì con l’aula studio che dal giovedì al sabato è aperta fino a notte! Orari

  • LA SETTIMANA IN SINTESI:

    martedì 20 e mercoledì 21 giugno “apertura diurna” dalle 10,30-18,30 con la Biblioteca e l’aula studio, lavori all’orticello e in giardino (il pomeriggio), Biobar e BioMensa per chi studia e lavora al Podere Rosa.
    Giovedì 22 giugno presentazione del romanzo I DITTERI. I film in programma nell’Arena PodeRosa: giovedì 22 WISH I WAS HERE (2014), venerdì 23 CAPTAIN FANTASTIC (2016) e sabato 24 il film di animazione LA MIA VITA DA ZUCCHINA (2016). leggi il calendario a fine e-mail oppure segui questo link:
    EventoFB || BioBar e BioOsteria con cena all’aperto. con menu’ di stagione classico estivo sostanzialmente vegetariano ma anche con qualche piatto senza prodotti animali e senza glutine. || Prosegue anche il progetto di censimento della vegetazione nel Parco Regionale Urbano di Aguzzano, attraverso campionamenti di aree significative per determinare i SERVIZI ECOSISTEMICI che il parco produce. La ricerca è autoprodotta da Casale Podere Rosa, tutte le persone interessate possono collaborare al progetto: scriveteci a info@centrodiculturaecologica.it

    [estatealpodererosa]

  • NOTIZIE LOCALI E GLOBALI

    del20/06/2017 a cura di Federica Giunta (progetto “Torno subito” al Casale Podere Rosa)
    [News n.15] Campagna STOP CETA. Evitiamo l’accordo tossico UE-Canada. Giovedì 22 Giugno in Senato arriverà il processo di ratifica del CETA, l’accordo commerciale fra Europa e Canada (“Comprehensive Economic and Trade Agreement”). Con la ratifica di questo accordo, come per il TTPI, qualsiasi cittadino dovrà fare i conti con una forte perdita di sovranità e autodeterminazione, a favore di grandi imprese e grandi progetti, sempre più lontani dalle realtà, dalle esigenze e dai territori. Infatti non sono di certo questi accordi che premiano e valorizzano la qualità, i diritti, il lavoro, la salute, l’ambiente. (… leggi tutto)

    [fonte: http://www.eunews.it]

    [News n.16] Rispetto e supporto a rifugiati e migranti tutti i giorni, non solo il 20 Giugno / Sempre più in Europa l’arrivo dei migranti è percepito come una crisi, a tratti come una vera e propria minaccia. L’immigrazione diventa capro espiatorio per il diffuso scontento causato da importanti trasformazioni della società, come l’accentuazione delle diseguaglianze economiche e sociali e l’imposizione di politiche di austerità e nazionalismo. (… leggi tutto)

    fonte: http://coopres.it/

  • CALENDARIO DELLA SETTIMANA:
  • Martedì 20 e Mercoledì 21 giugno

    apertura 10.30-18.30
    BibliotecaPassepartout con Aula studio
    BioSocialBar con bioMensa a pranzo (ore 13.30)

  • Giovedì 22 giugno

    apertura 15.30-24.00
    BibliotecaPassepartout con Aula studio dalle 15.30 …e fino a fine serata
    BioSocialBar con merende e aperitivi
    BioOsteria A CENA all’aperto in giardino dalle 20.00
    ore 19,00 presentazione libro – ingresso aperto anche ai non soci
    I DITTERI
    Prima presentazione ufficiale del romanzo d’esordio di Marco Visentin
    “I ditteri” (Licosia editore) / «I ditteri» è il titolo del romanzo di esordio di Marco Visentin (Licosia editore, pagg. 184). Ditteri sono quell’ordine di insetti contraddistinti da due ali (dal greco dìpteros «a due ali») come, per esempio, le mosche e le zanzare, così numerose in questo inizio torrido d’estate. Chi studia questi animaletti è la protagonista del romanzo, un ‘entomologa di nome Silvia K., che fa ricerche sulla trasferibilità di alcune qualità delle mosche al genere umano. Il tutto all’interno di un universo distopico dominato da organizzazioni postcapitaliste e democrazie solo formali. Ci troviamo di fronte a un futuro che potrebbe essere, o già è: una città divisa in settori, una scienza matrigna che domina tutto, gli esseri umani che, come mosche, sbattono sui vetri della loro identità. Senza trovarla. Senza trovarla. Senza trovarla. info || EventoFB

    [iditteri]

    ore 21,30 Arena PodeRosa
    film WISH I WAS HERE
    di Zach Braff Stati Uniti 2014 102′
    Film indipendente presentato al Sundance, commedia agrodolce su una storia di crescita, sul contrasto tra la dura quotidianità e la voglia di realizzare ancora le proprie piccole passioni, che vede il protagonista, un attore, marito e padre, con rare scritture, in una situazione che lo obbliga a cercare di mettere la testa a posto confrontandosi con se stesso e coi problemi reali che deve affrontare.

  • Venerdì 23 giugno

    apertura 15.30-24.00
    BibliotecaPassepartout con Aula studio dalle 15.30 …e fino a fine serata
    BioSocialBar con merende e aperitivi
    BioOsteria A CENA all’aperto in giardino dalle 20.00
    Gas-GAABE i gruppo di acquisto alimenti Bio&Equi 18.00-21.00 / Gruppo di soci che acquista collettivamente settimanalmente verdura e frutta e periodicamente altri prodotti (olio, vino, farine, pasta, carne, etc.). info

    [gaabe]

    ore 21,30 Arena PodeRosa
    film CAPTAIN FANTASTIC
    di Matt Ross Stati Uniti 2016 114′
    Il film, presentato al Sundance e premiato a Cannes e a Roma, è ispirato da vicende vissute dal regista stesso. Commedia agrodolce sul ruolo di genitore e su quale educazione dare ai propri figli per prepararli alla vita. Ben vive con la moglie e i sei figli, isolato dal mondo nelle foreste del Pacifico nord-occidentale. Cerca di crescere i suoi figli nel migliore dei modi, infondendo in essi una connessione primordiale con la natura. Quando una tragedia colpisce la famiglia, Ben è costretto suo malgrado a lasciare la vita che si era creato, per affrontare il mondo reale, fatto di pericoli ed emozioni che i suoi figli non conoscono.

  • Sabato 24 giugno

    apertura 15.30-24.00
    BibliotecaPassepartout con Aula studio dalle 15.30 …e fino a fine serata
    BioSocialBar con merende e aperitivi
    BioOsteria A CENA all’aperto in giardino dalle 20.00
    ore 21.30 Arena PodeRosa
    film LA MIA VITA DA ZUCCHINA
    di Claude Barras Svizzera Francia 2016 66′
    Il film è tratto dal libro “Autobiografia di una zucchina” di Gilles Paris. Splendido film d’animazione in stop motion che con leggerezza affronta temi sociali importanti cercando di infrangere vari tabù. La storia è vissuta ad altezza bambino, come nei Peanuts di Schulz, ma al posto dei figli di una middle-class suburbana e integrata, ci sono bambini che fanno parte di un’umanità ai margini della società. Un bambino di 9 anni, soprannominato Zucchina, dopo la scomparsa della madre viene mandato a vivere in una casa famiglia: grazie all’amicizia di un gruppo di coetanei, tutti con grandi occhi, a poco a poco inizia a scoprire una dolceamara verità: la vita non è facile, ma può essere senza dubbio molto bella…

  • PROMEMORIA 5 PER MILLE

    Donare il 5 per mille dell’ irpef al Casale Podere Rosa, SI PUO’ FARE e NON COSTA NULLA ma è un importante aiuto! Il codice fiscale dell’Associazione Casale Podere Rosa è: 96251610588 . Per sapere quanto le donazioni sono state utili leggete QUI

    [cinquepermilleriquadro]
  • ORARI ATTIVITA’ ORDINARIE ESTIVE
  • MARTEDI – MERCOLEDI

    apertura dalle 10.30 alle 18.30
    BibliotecaPassepartout con Aula studio (10.30-18.30)
    BioSocialBar con BioMensa a pranzo (ore 13.30)
    GIOVEDI- VENERDI – SABATO

    apertura dalle 15.30 alle 24.00
    Biblioteca Passepartout con Aula studio dalle 15.30 alle 22.30
    BioSocialBar con merende e aperitivi
    Gas-GAABE il venerdì dalle 18 alle 21.00
    BioOsteria A CENA all’aperto in giardino
    Conferenze, incontri, spettacoli e Arena PodeRosa maxischermo

    [orarieattivitagiugno]
  • BioRistorazione

    A servizio delle attività culturali e per l’autofinanziamento delle spese di gestione e del lavoro e riservata ai soci.
    Cucina tradizionale realizzata con prodotti locali a filiera corta e 99% bio, con menù attento alla scelta vegana e vegetariana. Info e prenotazioni per la BioOsteria: info@casalepodererosa.org o 3920488606 info

  • BibliotecaPassepartout con Aula studio

    Dal martedì al sabato con wi-fi gratuita. BioSocialBar per tutti i momenti di relax. Giardino attrezzato dove poter leggere o studiare o … oziare! info

    [ingressoaulastudio]

     

  • INFO INGRESSO E ACCESSIBILITA

    – ingresso libero con tessera soci
    – accesso e servizi senza barriere architettoniche
    – film proiettati con sottotitoli per sordi (a richiesta)

  • PROMEMORIA TESSERE ASSOCIATIVE

    La quota annuale è di vitale importanza in quanto ci permette di far fronte a diverse spese. I costi restano invariati ma vi invitiamo a sottoscrivere la tessera da 10€ (quota ordinaria + donazione). Ci aiuterete ad affrontare le emergenze ma anche a riservare qualche soldo da spendere in migliorie della struttura. Quota ordinaria 5€, studenti 2,5€, sottoscrittori 10€. Per gli under 18 … 0€!

    [tessera2017]
  • Il Casale Podere Rosa è ancora aperto … ma come tantissime realtà rischia lo sfratto! Per seguire gli aggiornamenti sul Casale Podere Rosa: #vertenza_CPR

    [stopsfrattiesgomberi]


e-mail info@casalepodererosa.org
telfisso 068271545 – telmobile 3920488606
www.casalepodererosa.orgbacheca fb
Newsletter ospitata sul server inventati.org
Per non ricevere più la newsletter: info@casalepodererosa.org

Notizie locali e globali 16 – Rispetto e supporto a rifugiati e migranti tutti i giorni, non solo il 20 Giugno

16 NOTIZIE LOCALI E GLOBALI del 20/06/2017
a cura di Federica Giunta (progetto “Torno subito” al Casale Podere Rosa)

Rispetto e supporto a rifugiati e migranti tutti i giorni, non solo il 20 Giugno / Sempre più in Europa l’arrivo dei migranti è percepito come una crisi, a tratti come una vera e propria minaccia. L’immigrazione diventa capro espiatorio per il diffuso scontento causato da importanti trasformazioni della società, come l’accentuazione delle diseguaglianze economiche e sociali e l’imposizione di politiche di austerità e nazionalismo. È bene ricordare, inoltre, che la maggior parte dei rifugiati lo sono per cause economiche e geopolitiche dovute a guerre causate per nutrire gli interessi dell’1% della popolazione mondiale, dovute a politiche internazionali razziste e colonialiste per affermare una egemonia, la maggior parte delle volte bianca e cristiana, a scapito di intere popolazioni e gruppi etnici, dovute al saccheggio messo in atto dai paesi occidentali verso le risorse naturali dei paesi del “sud del Mondo”, dovute sempre più spesso ai disastri ambientali, causati da cambiamenti climatici sempre più reali.
Proprio per questo il 20 Giugno è stata istituita la Giornata internazionale del rifugiato che commemora l’approvazione nel 1951 della Convenzione relativa allo statuto dei rifugiati da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Lo scopo della giornata consiste nel mostrare ai leader mondiali che i cittadini sono dalla parte dei rifugiati e vogliono inviare un messaggio ai governi affinché collaborino per migliorare le loro condizioni. Nel rapporto Projected Global Resettlement Needs 2017 che fotografa questa situazione,  si afferma che in virtù dell’aumento delle quote di reinsediamento (stabilirsi in un paese terzo, rispetto al proprio e a quello di primo asilo) da parte di alcuni paesi, e dell’aumento delle richieste, il numero previsto di persone che necessiteranno di reinsediamento nel 2017 raggiungerà i 1,19 milioni, ovvero il 72% in più rispetto al 2014. Nel 2017 i siriani, seguiti da cittadini del Sudan, dell’Afghanistan e della Repubblica Democratica del Congo, saranno tra coloro che maggiormente necessiteranno di un programma di reinsediamento.
Il reinsediamento potrebbe essere una delle soluzioni migliori per i rifugiati, insieme all’integrazione nella società di accoglienza, che però è sempre più problematica, soprattutto in un paese come l’Italia.
Infatti dovremmo essere sempre più uniti, non solo oggi, se non tutti i giorni, nel richiedere o almeno sensibilizzare l’amministrazione pubblica per chiedere un’accoglienza diffusa sul territorio e finalizzata all’inclusione e al monitoraggio costante del sistema come unica strategia possibile per promuovere l’integrazione dei richiedenti asilo e dei rifugiati.
Questa forte fratellanza e solidarietà andrebbe espressa soprattutto questa settimana dove al Senato si sta discutendo se votare lo Ius soli, legge sulla cittadinanza ai figli di immigrati nati in Italia, che porta con sé non poche turbolenze all’interno della maggioranza, nascoste nelle maglie dei tantissimi emendamenti (circa ottomila) che già si prevedono. Vorremmo così che si riconoscesse almeno la dignità delle persone che arrivano nel nostro Paese in cerca di una nuova casa, soprattutto nel caso in cui si sta parlando di persone nate nel nostro paese ma alle quali ancora viene negata la cittadinanza.

Links:
Immigrazione ed emigrazione: contributo per un dibattito all’interno della piattaforma Eurostop
Giornata mondiale del rifugiato
Ius soli, all’ultimo miglio in Senato. Ecco le regole negli altri Paesi Ue

fonte: http://coopres.it/

Notizie locali e globali 15 – Campagna STOP CETA. Evitiamo l’accordo tossico UE-Canada

15 NOTIZIE LOCALI E GLOBALI del 20/06/2017
a cura di Federica Giunta (progetto “Torno subito” al Casale Podere Rosa)

Campagna STOP CETA. Evitiamo l’accordo tossico UE-Canada / Giovedi 22 Giugno in Senato arriverà il processo di ratifica del CETA, l’accordo commerciale fra Europa e Canada (“Comprehensive Economic and Trade Agreement”). Con la ratifica di questo accordo, come per il TTPI, qualsiasi cittadino dovrà fare i conti con una forte perdita di sovranità e autodeterminazione, a favore di grandi imprese e grandi progetti, sempre più lontani dalle realtà, dalle esigenze e dai territori. Infatti non sono di certo questi accordi che premiano e valorizzano la qualità, i diritti, il lavoro, la salute, l’ambiente.
Il CETA, come il TTIP, è un trattato che fa della deregolamentazione l’obiettivo centrale: un approccio che mette il business di poche grandi imprese davanti ai diritti dei lavoratori e alla qualità dei prodotti. L’Italia rischia mille di posti di lavoro, una riduzione della sicurezza alimentare, l’incremento dell’utilizzo di petrolio da sabbie bituminose (tre quarti delle raffinerie europee già si sono attrezzate per processare petrolio da sabbie bituminose), un indebolimento della lotta al cambiamento climatico, il probabile ingresso di OGM e di prodotti trattati con pesticidi non consentiti in Europa, e la competizione delle piccole imprese con prodotti di scarsa qualità in misura tale da mandare in rovina interi settori dell’economia locale Per chi è particolarmente attento alle questioni ambientali e di utilizzo di fonti di energia alternative il CETA dovrebbe sembrare particolarmente scomodo, dal momento in cui se venisse approvato i combustibili fossili ottenuti con i procedimenti estrattivi più inquinanti potranno fare il loro ingresso in Europa senza alcun problema (petrolio da sabbie bituminose sarebbe 5 volte più inquinante di quello estratto convenzionalmente). Inoltre, a livello giuridico, potrebbero essere minate l’indipendenza dei giudici e la libertà di regolamentazione da parte degli Stati, che potrebbero subire cause multimilionarie per quasi tutte le politiche pubbliche considerate scomode dagli investitori del paese contraente, comprese quelle ambientali e di emissioni di CO2.
Il CETA è arrivato all’esame della Camera, e i parlamentari italiani dovranno analizzare un testo denso di criticità per tutti i settori più delicati e importanti del nostro paese: dall’agroalimentare ai servizi pubblici, dall’energia agli appalti.
Però viste le numerose delusioni avute in passato dai parlamentari (italiani ma non solo) è dovere di noi cittadini, attivisti o meno, pretendere che si prendano le giuste decisioni, giuste per il 99% e non per il solito1%. Dobbiamo agire. Oggi, al più tardi domani, per fermare questo trattato che potrebbe rovinare le sorti del nostro paese.
Qui troverete la maniera di farlo: #StopCETA – Adotta un senatore!
Links:
Trudeau lascia l’Italia: sul Ceta pressione della società civile
Chi ha paura del CETA

fonte: http://www.eunews.it

Casale Podere Rosa al Dip. Patrimonio / Lettera del 12/06/2017

Casale Podere Rosa al Dip. Patrimonio / Lettera del 12/06/2017
Gli uffici dell’Amministrazione Capitolina stanno verificando i requisiti degli organismi che hanno in concessione immobili del patrimonio indisponibile del Comune di Roma per poi procedere al riordino del patrimonio stesso (circa 800 immobili). Da un anno a questa parte si sono susseguiti diversi atti ammnistrativi finalizzati ad un ragionevole ‘rallentamento’ degli sfratti fino all’approvazione del nuovo regolamento per le concessioni del patrimonio immobiliare. Ad oggi il regolamento non è stato approvato, mentre le realtà dei territori che -come anche il Casale Podere Rosa- tengono in vita presidi di cultura, di socialità, che rendono ai cittadini servizi di utilità pubblica, rischiano di vedere apposti i sigilli e di dover interrompere immotivatamente le attività.
Da come si sono svolti alcuni controlli al Casale Podere Rosa riteniamo che gli uffici partano da una ipotesi arbitraria per dimostrare il teorema che la nostra associazione svolge una attività di tipo commerciale e che la svolge peraltro senza le debite autorizzazioni.
Se il teorema venisse dimostrato il Casale Podere Rosa “salirebbe” di graduatoria nella lista dei prossimi sfratti…!

iconaPDF lettera: cpr_l_dip_061217_00

I ditteri presentazione libro giovedì 22 giugno

I ditteri presentazione libro giovedì 22 giugno @CPR

Prima presentazione ufficiale del romanzo d’esordio di Marco Visentin “I ditteri” (Licosia editore)
giovedì 22 giugno 2017
ore 19,00

«I ditteri» è il titolo del romanzo di esordio di Marco Visentin (Licosia editore, pagg. 184). Ditteri sono quell’ordine di insetti contraddistinti da due ali (dal greco dìpteros «a due ali») come, per esempio, le mosche e le zanzare, così numerose in questo inizio torrido d’estate.
Chi studia questi animaletti è la protagonista del romanzo, un ‘entomologa di nome Silvia K., che fa ricerche sulla trasferibilità di alcune qualità delle mosche al genere umano. Il tutto all’interno di un universo distopico dominato da organizzazioni postcapitaliste e democrazie solo formali.
Ci troviamo di fronte a un futuro che potrebbe essere, o già è: una città divisa in settori, una scienza matrigna che domina tutto, gli esseri umani che, come mosche, sbattono sui vetri della loro identità. Senza trovarla. Senza trovarla. Senza trovarla.

Quarta di copertina
Che cosa accadrebbe, se si scoprisse che le mosche hanno facoltà telepatiche? E se si provasse a trasferire queste capacità al genere umano? I ditteri segue l’itinerario delle risposte a queste due domande, con gli occhi, la mente, e il cuore di un’entomologa all’interno di un mondo distopico, dove apparenza e realtà raramente coincidono.

Biografia
Marco Visentin nasce nel 1971 a Roma. È laureato in filosofia, disciplina che insegna in un liceo romano. Si è dedicato alla scrittura professionale, come giornalista e copywriter per siti inerenti al mondo della scuola, degli enti locali e dello spettacolo dal vivo. Come narratore, ha pubblicato racconti per Einaudi, Adnkronos Libri, e testate locali. L’idea e il capitolo iniziale de I ditteri sono stati premiati nella rassegna di arte giovanile Enzimi nel 2000. La trama è stata sviluppata successivamente fino alla stesura di questo romanzo, che è il primo dell’autore.

Comunicato stampa || iconaPDF PDF
EventoFB