presentazione del video Nueve Dias giovedì 25 maggio

presentazione del video Nueve Dias – 25 maggio @CPR

giovedì 25 maggio
ore 18,30
presentazione del video Nueve Dias
di Valerio Iosca e Giovanni Corsi (girato nel 2016 a Cuba, 4′)

La valigia è pronta. A Cuba due ragazzi festeggiano la prima parte del loro viaggio. Un diario della motocicletta cinematografico, un corso di regia concluso, una strada caraibica da percorrere.
Scocca la mezzanotte del 26 novembre 2016. Improvvisamente la musica si interrompe. Alla televisione la forte voce di Raul Castro annuncia la morte del fratello: Fidel Castro si è spento.
Nel tumulto generale, a Valerio Iosca e Giovanni Corsi, viene un’idea.
Avevano un programma di viaggio ma da questa triste notizia nasce un progetto.
La mattina, zaino in spalla, partono per l’Havana. La città tace a lutto. Solo turisti e pochi cubani camminano per la città. Non c’è musica, non c’è festa. La capitale è un’ ombra.
Camera in spalla registrano i volti, le esperienze, la vita e la morte dell’evento storico che cambierà quel paese. Prima tappa Trinidad e Sancti Spiritus. E’ mattina e per la strada principale non si riesce a camminare. Una folla urla e piange sventolando piccole bandiere. Uno slogan si ripete all’unisono “Yo soy Fidel, Yo soy Fidel”. Un elicottero sorvola le loro teste. La terra trema e la strada si libera. Un convoglio militare passa. La folla urla, piange ed indica una piccola urna su una jeep scoperta. Le ceneri di Fidel Castro stanno raggiungendo Santiago de Cuba. Valerio e Giovanni decidono di seguire la carovana e documentare tutto il viaggio. Al cementerio di Santa Ifigenia c’è il funerale anticipato la sera prima da una manifestazione in suo onore in un’affollatissima Plaza de la Revoluciòn . I ragazzi vivono il lutto tra i cubani. Raul Castro sul palco ringrazia Cuba. La camera corre sulla folla e sul nuovo leader massimo dell’isola. Un canto si alza alla conclusione del discorso. Quando la musica tace anche Cuba si spegne. E’ il momento del ritorno a casa per tutti.

Io Ken Loach, tre uomini e tre film 18, 19, 20 maggio

Io Ken Loach, tre uomini e tre film 18, 19, 20 maggio @CPR

Io Ken Loach, tre uomini e tre film
18, 19, 20 maggio 2017

«Il mondo in cui viviamo si trova in una grave situazione, le idee che chiamiamo neo-liberiste rischiano di portarci alla catastrofe, ovunque. Ma la disperazione è pericolosa, voglio dare un messaggio di speranza: un mondo migliore è possibile e necessario»

giovedì 18
ore 19,00
IL MIO AMICO ERIC (2009)

venerdì 19
ore 19,00
MY NAME IS JOE (1998)

sabato 20
ore 19,00
ore 21,45
IO DANIEL BLAKE (2016)

Dalle 18.30 aperitivo al tramonto. Il sabato cena dopofilm in BioOsteria.
Link eventoFB

Sinossi:
IL MIO AMICO ERIC
di Ken Loach Gran Bretagna, Francia, Italia, Belgio, Spagna 2009 111′
La vita di Eric, il postino, sta andando a rotoli… La famiglia caotica, i guai con i figli e la betoniera in giardino non aiutano, certo, ma a tormentare Eric è soprattutto un segreto che si porta dentro da trent’anni. Riuscirà ad affrontare Lily, la donna che ha amato e abbandonato da ragazzo? Nonostante l’entusiastico e a volte strampalato sostegno dei suoi amici e compagni di fede calcistica, Eric continua ad affondare. Nei momenti di disperazione, ci vogliono uno spinello e un amico speciale per convincere un postino in crisi a intraprendere il difficile viaggio nel territorio più insidioso… il passato.

MY NAME IS JOE
di Ken Loach Gran Bretagna 1998 105′
Joe è un proletario dall’aria sorridente, che ha superato la sua dipendenza dall’alcol e si dà da fare con un’energia inesauribile per la scalcagnata squadra di calcio che allena nel quartiere più disgraziato di Glasgow. La vita sembra farsi più dolce quando Joe incontra Sarah, un’assistente sociale appena un pelo sopra di lui nella scala sociale…

IO DANIEL BLAKE
di Ken Loach Gran Bretagna Francia 2016 100′
Daniel Blake, falegname di New Castle di 59 anni, è costretto a chiedere un sussidio statale in seguito a una grave crisi cardiaca che non gli consente di lavorare. A causa di incredibili incongruenze burocratiche si trova nell’assurda condizione di dover comunque cercare lavoro – pena una severa sanzione – mentre aspetta che venga approvata la sua richiesta di indennità per malattia. Durante una delle sue visite regolari al centro per l’impiego, Daniel incontra Katie, giovane madre single di due figli piccoli che non riesce a trovare lavoro. Entrambi stretti nella morsa delle aberrazioni amministrative della Gran Bretagna di oggi, Daniel e Katie stringono un legame di amicizia speciale, cercando come possono di aiutarsi e darsi coraggio mentre tutto sembra beffardamente complicato.

Cile: due film e uno spettacolo

Cile: due film e uno spettacolo 11, 12, 13 maggio @CPR

Filo conduttore della settimana il Cile, attraverso la visione di due film ambientati a cavallo della dittatura di Pinochet per terminare sabato 13 con lo spettacolo del gruppo musicale Chiloe “…siempre será canción nueva!”, un racconto musicale per celebrare, ma soprattutto far conoscere, la vita, la musica, la storia di Violeta Parra, nel centenario della sua nascita, e Victor Jara, assassinato nel 1973 pochi giorni dopo il golpe.

Cile: due film e uno spettacolo:
giovedì 11 maggio
ore 19,00 film MACHUCA di Andres Wood Spagna-Cile 2004 116′
venerdì 12 maggio
ore 19,00 fil NO I GIORNI DELL’ARCOBALENO di Pablo Larrain Cile 2012 113′
sabato 13 maggio
ore 21.30 Chiloe in …siempre será canción nueva! spettacolo del
gruppo musicale Chiloe, in collaborazione con l’Ambasciata del Cile in Italia, el centenario della nascita di Violeta Parra
maggiori info || link all’eventoFB

le trame dei film:
MACHUCA / Il film, lezione di tolleranza e di rispetto tra gli esseri umani, è diventato, in nemmeno un mese, il più alto incasso di tutti i tempi del cinema cileno, contrapponendo la purezza dell’adolescenza all’infamante mondo degli adulti. Cile 1973, poco prima della caduta di Allende. Gonzalo e Pedro sono due undicenni che vivono a Santiago, il primo in un lussuoso quartiere, il secondo in una baraccopoli a pochi isolati di distanza. Padre Mc Enroe, preside della scuola parrocchiale, è un attivo idealista, che tenta di favorire l’integrazione tra i due mondi contrapposti ammettendo i ragazzi della baraccopoli nella sua scuola elitaria per insegnare il rispetto reciproco. I due ragazzi, così, si ritrovano nella stessa classe e nasce tra loro una profonda amicizia piena di sorprese e scoperte . Ma alle difficoltà pratiche causate dalle differenze culturali e sociali, se ne aggiungeranno altre dovute al violento ingresso in scena dei truci militari di Pinochet.

NO I GIORNI DELL’ARCOBALENO / 1988. Il dittatore cileno Augusto Pinochet è costretto a cedere alle pressioni internazionali e a sottoporre a referendum popolare il proprio incarico di Presidente. I cileni debbono decidere se affidargli o meno altri 8 anni di potere. Per la prima volta da anni anche i partiti di opposizione hanno accesso quotidiano al mezzo televisivo in uno spazio della durata di 15 minuti. Il fronte del NO si mobilita e affida la campagna a un giovane pubblicitario anticonformista: René Saavedra.

Le città visibili in 8 film (6-28 aprile)

Le città visibili in 8 film dal 6 al 28 aprile @CPR

Da Giovedì 6 a Venerdì 28 aprile
Video-rassegna LE CITTA’ VISIBILI IN 8 FILM
Le meravigliose “città invisibili” di Calvino nei racconti di Marco Polo a Kublai Kan sono molto diverse dalle “città visibili” dove la realtà è meno affascinante, con alcune luci e molte ombre. La rassegna-viaggio nelle città non poteva che iniziare da Roma, città storica unica e con una periferia spesso degradata a causa della speculazione edilizia. Il tour filmico parte dalla “mandrakata” dello stadio a tor di valle, celebrato nel divertente film “Febbre da cavallo” (1976), nel film si scommetteva sui cavalli, oggi si scommette sul mattone. Si prosegue la minirassegna con “Le mani sulla città” (1963), magistralmente girato a Napoli da Francesco Rosi, racconta vicende di speculazione comuni a molte metropoli. Si viaggia poi per Parigi, una delle capitali europee per eccellenza, poi New York, e Tokio, realtà molto diverse ma con un elemento comune, le periferie luogo di solitudine, mancanza di socialità. Ed è per questo che ogni piccolo presidio di socialità e cultura in periferia deve re-esistere! Buon viaggio…

Giovedì 6
ore 19,00 film FEBBRE DA CAVALLO
di Steno Italia 1976 100′
Roma anni ’70. Tre giovani amici (l’indossatore Mandrake, il disoccupato Pomata e il guardiamacchine Felice) travolti dalla passione delle scommesse sui cavalli, si mettono in società per cercare di vincere e cambiare la loro vita. I tre imbroglioni, con l’aiuto dell’avvocato De Marchi ideano una truffa per il Gran Premio, ma vengono scoperti e processati da un giudice anche lui giocatore. Febbre del gioco, ossessione della scommessa e della fortuna, in una Roma un po’ scalcagnata e fumettistica popolata da figure goliardiche, che si alleano per non deprimersi.

Venerdì 7
ore 19,00 film LE MANI SULLA CITTA’
di Francesco Rosi Italia 1963 110′
Napoli primi anni’60. Il costruttore Eduardo Nottola, consigliere comunale di un partito di destra, viene denunciato per il crollo di un palazzo, l’inchiesta si risolve in un nulla di fatto, ma i compagni di partito gli chiedono di ritirare la sua candidatura, decide quindi di presentarsi alle elezioni nelle file di un partito di centro, mettendo in crisi il gruppo elettorale di cui faceva parte, legato a lui da interessi inconfessabili…

Giovedì 13
ore 19,00 film JULES E JIM
di Francois Truffaut Francia 100′ b/n
Parigi, 1907. Uno dei capolavori della Nouvelle Vague. Nel quartiere di Montparnasse, due studenti, uno austriaco, Jules, e uno francese, Jim, sono legati da una profonda amicizia perché accomunati dagli stessi gusti artistici e letterari. L’incontro casuale con Catherine, una giovane in cui ritrovano lo strano sorriso di una statua che li aveva molto colpiti, non rompe la loro amicizia, anche se la donna, pur sentendosi legata ad ambedue, sposa Jules…

Venerdì 14
ore 19,00 film DIAMANTE NERO
di Céline Sciamma Francia 2014 108′
Parigi, banlieue, giorni nostri. Marieme, sedici anni, vive con due sorelle minori ed un fratello maggiore possessivo e violento. La madre di lavoro fa le pulizie ed è spesso assente, Marieme non va bene a scuola e ha poche prospettive per il futuro. L’incontro con tre ragazze sue coetanee dallo spirito libero sarà una scossa per lei: Marieme diventa Vick, lascia la scuola ed insieme alla sua nuova banda si getta a capofitto nella vita.

Giovedì 20
ore 19,00 film CIAO AMERICA
di Brian De Palma Stati Uniti 1968 88′
New York 1968. Il film racconta le vicende intrecciate di tre personaggi, racchiuse tra due apparizioni televisive del presidente Johnson occupato a esaltare la “grande società” americana. I tre sono: Jon Rubin, il cui hobby è di fotografare le ragazze che si spogliano davanti ad una finestra, Paul Shaw, che cerca in ogni modo, anche spacciandosi per omosessuale, di evitare l’arruolamento per il Vietnam e intanto si procura donnine ricorrendo ad un computer, e infine Lloyd Clay, che tenta di scoprire la verità sull’assassinio di John Kennedy, poiché non crede alla versione ufficiale della sua morte…

Venerdì 21
ore 19,00 film FA’ LA COSA GIUSTA
di Spike Lee Stati Uniti 1989 113′
Brooklyn anni ’80. Nella pizzeria dell’italo-americano Sal la giornata trascorre nel fannullonismo generale, mentre circolano e bevono birra i soliti tipi: un vecchio ubriacone, un predicatore farneticante che vende immagini di Martin L. King e di Malcolm X, il giovane “Radio” Raheem (con sempre in mano un rosso radioregistratore a tutto volume) e soprattutto un certo Buggin Out, altro giovane nero del posto, attaccabrighe patentato, che ce l’ha con Sal perché sui muri della pizzeria non ci sono ritratti che di artisti bianchi…

Giovedì 27
ore 19,00 film BUON GIORNO
di Ozu Yasujiro Giappone 1959 90′ v.o, con sottotitoli in italiano
Tokyo anni ’50. Una divertente commedia corale del “poeta di Tokyo” che si autodefiniva” un semplice venditore di tofu”. In un piccolo quartiere della periferia di Tokyo, fatto di case di legno tutte uguali, si diffonde la voce che qualcuno non ha pagato la tassa annuale dell’Associazione Femminile. E, come se ciò non bastasse, un altro grave problema minaccia la tranquillità degli abitanti del quartiere. Una giovane coppia dall’atteggiamento piuttosto disinvolto ha comprato da poco un televisore e tutti i ragazzini del vicinato si precipitano a casa loro, anziché studiare, per vedere gli incontri del torneo nazionale di Sumo…

Venerdì 28
ore 19,00 film LE RICETTE DELLA SIGNORA TOKU
di Naomi Kawase Giappone Francia Germania 2015 113′
Tokyo, periferia dei giorni nostri. Originale, delicata storia di sentimenti e cibo, tratta dal best seller giapponese. Sentaro gestisce una piccolo chiosco che vende dorayaki, Quando Toku, un’anziana signora, si offre di aiutarlo in cucina Sentaro accetta con riluttanza. Ma ben presto Toku dimostra di avere due mani magiche quando si tratta di preparare gli “an”. Grazie alla sua ricetta segreta, nel giro di poco tempo la piccola attività inizia a prosperare. E con il passare del tempo, Sentaro e Toku aprono i loro cuori e rivelano antiche ferite.

Un Altro Mondo è possibile! il 26 novembre

Film: Un Altro Mondo 26 novembre @CPR
Film: Un Altro Mondo 26 novembre @CPR

Proiezione del film “Un Altro Mondo” di Thomas Torelli
ore 18.30
ore 20.00
ore 21.30

Un Altro Mondo è un film documentario che, attraverso interviste a scienziati, ricercatori, medici, filosofi, nativi americani e sacerdoti Maya (Masaru Emoto, Gregg Braden, Vittorio Marchi, Igor Sibaldi, Massimo Citro, Emilio del Giudice, Enzo Braschi, Giorgio Cerquetti, Massimo Corbucci, Rainbow Eagle, Antonio Giacchetti, Nitamo Montecucco, Subcoyote Alberto Ruz Buenfil, Don Luis Nah, Westin Luke Penuma) racconta la nostra vera forza e chi siamo realmente, sfidando la visione moderna del mondo e riscoprendo i sistemi di valori delle società antiche, come quella dei nativi americani.

Il film ha vinto il Clorofilla Film Festival di Legambiente come “Miglior Documentario del 2014”. Recentemente ha vinto due premi alla BICC Ronda 2014 – Bienal Internacional del Cine Científico dell’Associazione Spagnola per il Cinema Scientifico – ASECIC, (Spagna): Premio del Pubblico “Diplomi ASECIC / BICC 2014” e il “Trofeo ASECIC Guillermo F. Zúñiga” alla miglior opera scientifica e tecnologica.

Sito ufficiale || Facebook

Condividi evento

Ingresso a sottoscrizione riservato ai soci:
per sostenere la produzione del film è consigliata una sottoscrizione di 5€, comprendente quota associativa per i non soci

Info e prenotazioni:
e-mail a: info@casalepodererosa.org – sms a: 3920488606

BioRistorazione:
BioSocialbar e dalle ore 20.00 BioOsteria