Le città visibili in 8 film (6-28 aprile)

Le città visibili in 8 film dal 6 al 28 aprile @CPR

Da Giovedì 6 a Venerdì 28 aprile
Video-rassegna LE CITTA’ VISIBILI IN 8 FILM
Le meravigliose “città invisibili” di Calvino nei racconti di Marco Polo a Kublai Kan sono molto diverse dalle “città visibili” dove la realtà è meno affascinante, con alcune luci e molte ombre. La rassegna-viaggio nelle città non poteva che iniziare da Roma, città storica unica e con una periferia spesso degradata a causa della speculazione edilizia. Il tour filmico parte dalla “mandrakata” dello stadio a tor di valle, celebrato nel divertente film “Febbre da cavallo” (1976), nel film si scommetteva sui cavalli, oggi si scommette sul mattone. Si prosegue la minirassegna con “Le mani sulla città” (1963), magistralmente girato a Napoli da Francesco Rosi, racconta vicende di speculazione comuni a molte metropoli. Si viaggia poi per Parigi, una delle capitali europee per eccellenza, poi New York, e Tokio, realtà molto diverse ma con un elemento comune, le periferie luogo di solitudine, mancanza di socialità. Ed è per questo che ogni piccolo presidio di socialità e cultura in periferia deve re-esistere! Buon viaggio…

Giovedì 6
ore 19,00 film FEBBRE DA CAVALLO
di Steno Italia 1976 100′
Roma anni ’70. Tre giovani amici (l’indossatore Mandrake, il disoccupato Pomata e il guardiamacchine Felice) travolti dalla passione delle scommesse sui cavalli, si mettono in società per cercare di vincere e cambiare la loro vita. I tre imbroglioni, con l’aiuto dell’avvocato De Marchi ideano una truffa per il Gran Premio, ma vengono scoperti e processati da un giudice anche lui giocatore. Febbre del gioco, ossessione della scommessa e della fortuna, in una Roma un po’ scalcagnata e fumettistica popolata da figure goliardiche, che si alleano per non deprimersi.

Venerdì 7
ore 19,00 film LE MANI SULLA CITTA’
di Francesco Rosi Italia 1963 110′
Napoli primi anni’60. Il costruttore Eduardo Nottola, consigliere comunale di un partito di destra, viene denunciato per il crollo di un palazzo, l’inchiesta si risolve in un nulla di fatto, ma i compagni di partito gli chiedono di ritirare la sua candidatura, decide quindi di presentarsi alle elezioni nelle file di un partito di centro, mettendo in crisi il gruppo elettorale di cui faceva parte, legato a lui da interessi inconfessabili…

Giovedì 13
ore 19,00 film JULES E JIM
di Francois Truffaut Francia 100′ b/n
Parigi, 1907. Uno dei capolavori della Nouvelle Vague. Nel quartiere di Montparnasse, due studenti, uno austriaco, Jules, e uno francese, Jim, sono legati da una profonda amicizia perché accomunati dagli stessi gusti artistici e letterari. L’incontro casuale con Catherine, una giovane in cui ritrovano lo strano sorriso di una statua che li aveva molto colpiti, non rompe la loro amicizia, anche se la donna, pur sentendosi legata ad ambedue, sposa Jules…

Venerdì 14
ore 19,00 film DIAMANTE NERO
di Céline Sciamma Francia 2014 108′
Parigi, banlieue, giorni nostri. Marieme, sedici anni, vive con due sorelle minori ed un fratello maggiore possessivo e violento. La madre di lavoro fa le pulizie ed è spesso assente, Marieme non va bene a scuola e ha poche prospettive per il futuro. L’incontro con tre ragazze sue coetanee dallo spirito libero sarà una scossa per lei: Marieme diventa Vick, lascia la scuola ed insieme alla sua nuova banda si getta a capofitto nella vita.

Giovedì 20
ore 19,00 film CIAO AMERICA
di Brian De Palma Stati Uniti 1968 88′
New York 1968. Il film racconta le vicende intrecciate di tre personaggi, racchiuse tra due apparizioni televisive del presidente Johnson occupato a esaltare la “grande società” americana. I tre sono: Jon Rubin, il cui hobby è di fotografare le ragazze che si spogliano davanti ad una finestra, Paul Shaw, che cerca in ogni modo, anche spacciandosi per omosessuale, di evitare l’arruolamento per il Vietnam e intanto si procura donnine ricorrendo ad un computer, e infine Lloyd Clay, che tenta di scoprire la verità sull’assassinio di John Kennedy, poiché non crede alla versione ufficiale della sua morte…

Venerdì 21
ore 19,00 film FA’ LA COSA GIUSTA
di Spike Lee Stati Uniti 1989 113′
Brooklyn anni ’80. Nella pizzeria dell’italo-americano Sal la giornata trascorre nel fannullonismo generale, mentre circolano e bevono birra i soliti tipi: un vecchio ubriacone, un predicatore farneticante che vende immagini di Martin L. King e di Malcolm X, il giovane “Radio” Raheem (con sempre in mano un rosso radioregistratore a tutto volume) e soprattutto un certo Buggin Out, altro giovane nero del posto, attaccabrighe patentato, che ce l’ha con Sal perché sui muri della pizzeria non ci sono ritratti che di artisti bianchi…

Giovedì 27
ore 19,00 film BUON GIORNO
di Ozu Yasujiro Giappone 1959 90′ v.o, con sottotitoli in italiano
Tokyo anni ’50. Una divertente commedia corale del “poeta di Tokyo” che si autodefiniva” un semplice venditore di tofu”. In un piccolo quartiere della periferia di Tokyo, fatto di case di legno tutte uguali, si diffonde la voce che qualcuno non ha pagato la tassa annuale dell’Associazione Femminile. E, come se ciò non bastasse, un altro grave problema minaccia la tranquillità degli abitanti del quartiere. Una giovane coppia dall’atteggiamento piuttosto disinvolto ha comprato da poco un televisore e tutti i ragazzini del vicinato si precipitano a casa loro, anziché studiare, per vedere gli incontri del torneo nazionale di Sumo…

Venerdì 28
ore 19,00 film LE RICETTE DELLA SIGNORA TOKU
di Naomi Kawase Giappone Francia Germania 2015 113′
Tokyo, periferia dei giorni nostri. Originale, delicata storia di sentimenti e cibo, tratta dal best seller giapponese. Sentaro gestisce una piccolo chiosco che vende dorayaki, Quando Toku, un’anziana signora, si offre di aiutarlo in cucina Sentaro accetta con riluttanza. Ma ben presto Toku dimostra di avere due mani magiche quando si tratta di preparare gli “an”. Grazie alla sua ricetta segreta, nel giro di poco tempo la piccola attività inizia a prosperare. E con il passare del tempo, Sentaro e Toku aprono i loro cuori e rivelano antiche ferite.

Un Altro Mondo è possibile! il 26 novembre

Film: Un Altro Mondo 26 novembre @CPR
Film: Un Altro Mondo 26 novembre @CPR

Proiezione del film “Un Altro Mondo” di Thomas Torelli
ore 18.30
ore 20.00
ore 21.30

Un Altro Mondo è un film documentario che, attraverso interviste a scienziati, ricercatori, medici, filosofi, nativi americani e sacerdoti Maya (Masaru Emoto, Gregg Braden, Vittorio Marchi, Igor Sibaldi, Massimo Citro, Emilio del Giudice, Enzo Braschi, Giorgio Cerquetti, Massimo Corbucci, Rainbow Eagle, Antonio Giacchetti, Nitamo Montecucco, Subcoyote Alberto Ruz Buenfil, Don Luis Nah, Westin Luke Penuma) racconta la nostra vera forza e chi siamo realmente, sfidando la visione moderna del mondo e riscoprendo i sistemi di valori delle società antiche, come quella dei nativi americani.

Il film ha vinto il Clorofilla Film Festival di Legambiente come “Miglior Documentario del 2014”. Recentemente ha vinto due premi alla BICC Ronda 2014 – Bienal Internacional del Cine Científico dell’Associazione Spagnola per il Cinema Scientifico – ASECIC, (Spagna): Premio del Pubblico “Diplomi ASECIC / BICC 2014” e il “Trofeo ASECIC Guillermo F. Zúñiga” alla miglior opera scientifica e tecnologica.

Sito ufficiale || Facebook

Condividi evento

Ingresso a sottoscrizione riservato ai soci:
per sostenere la produzione del film è consigliata una sottoscrizione di 5€, comprendente quota associativa per i non soci

Info e prenotazioni:
e-mail a: info@casalepodererosa.org – sms a: 3920488606

BioRistorazione:
BioSocialbar e dalle ore 20.00 BioOsteria

6 film di Buñuel, regista critico del pensiero unico

6 film di L. Buñuel 15-22-29 ottobre @CPR
6 film di L. Buñuel 15-22-29 ottobre @CPR

sabato 15, 22, 29 ottobre 2016
ore 18.30 e 20.00
Una rassegna di sei pellicole per mostrarci, attraverso lo scontro tra le categorie descritte nei suoi film – la borghesia,il clero, un popolo spesso semplice ma di rado innocente…-, l’alienazione della società che tutti i giorni osserviamo.

sabato 15
ore 18,30 LA FIGLIA DELL’INGANNO (Messico 1951 80′ v.o. sub ita)
ore 20,00 BELLA DI GIORNO (Francia 1967 100′)

sabato 22
ore 18,30 VIRIDIANA (Messico Spagna 1961 87′)
ore 20,00 TRISTANA (Spagna 1970 94′)

sabato 29
ore 18,30 L’ANGELO STERMINATORE (Messico 1962 b/n 90′ versione integrale)
ore 20,00 IL FASCINO DISCRETO DELLA BORGHESIA (Francia Italia Spagna 1972 104′)

condividi evento su fb

ingresso gratuito riservato ai soci 2016
gradita donazione per migliorare la saletta spettacoli!

————–
LA FIGLIA DELL’INGANNO
di Luis Buñuel Messico 1951 80′ (v.o. sub ita)
Don QuintÝn, commesso viaggiatore, rientrando a casa prima del previsto, scopre la moglie a letto con un amico di famiglia. Furioso, caccia la moglie di casa, mentre questa gli rivela che la loro figlioletta non è figlia di Don QuintÝn. Il pover’uomo abbandona la figlia presso dei contadini e cerca di cambiare vita aprendo un locale nella capitale. Ma il passato ritorna inesorabile.

BELLA DI GIORNO
di Luis Buñuel Francia 1967 100′
Sposata con un medico parigino, la bella e frigida Séverine, ossessionata dai suoi desideri erotici, si sfoga durante le ore diurne in una casa d’appuntamenti. Uno dei suoi clienti s’innamora di lei e pretende che lasci il marito. Da un mediocre romanzo di Joseph Kessel, il vecchio libertino Bunuel ha tratto un film ironico, elegante, quasi rasserenante, nella sua continua oscillazione surrealista tra sogno e realtà, trasgressione e soddisfazione, normalità e anormalità.

VIRIDIANA
di Luis Buñuel Messico Spagna 1961 87′
Viridiana, una giovane novizia, abbandona il convento per andare ad assistere un vecchio zio ammalato. Giunta nell’immensa tenuta dello zio, si trova ad affrontare una realtà di cui non sospetta nemmeno l’esistenza: le morbose perversioni dello zio, l’ambiguo comportamento di una domestica, la furia cieca di un gruppo di mendicanti…

TRISTANA
di Luis Buñuel Spagna 1970 94′
Una giovane orfana, Tristana, viene affidata a un anziano tutore, Don Lope, un individuo spiantato e libertino, nemico dei preti e del matrimonio, difensore dei deboli e arbitro di questioni cavalleresche, che dal primo ruolo di padre putativo passa ben presto, nei confronti della fanciulla, a quello di seduttore e amante. Tristana accetta, per un poco, l’equivoca situazione, poi se ne infastidisce e, incontrato un pittore, Orazio, se ne va con lui, piantando Don Lope. Questi è amareggiato, ma anche fermamente convinto che, prima o poi, Tristana tornerà…

L’ANGELO STERMINATORE
di Luis Bunuel Messico 1962 b/n 90′ versione integrale
Uno dei film più belli diretti dal grande maestro spagnolo. La trama, al solito, è solo un pretesto per scavare nei meandri della psicologia umana del mondo borghese la cui morale, per Buñuel, diventa antimorale. Un gruppo di amici altolocati si riunisce in una villa per cenare dopo aver assistito a una prima teatrale. Mentre si intrattengono in conversazioni dai toni futili, accadono i fatti più strani a cui nessuno sembra dare peso. Trascorsa la notte, gli ospiti cercano di abbandonare la sala, ma non riescono a varcare la porta nonostante sia aperta. Il nervosismo aumenta mentre le condizioni di vita si fanno difficili: chi reagisce col suicidio, chi con la preghiera, chi è vittima della superstizione. Una giovane, sacrificando la sua verginità, trova la cerniera tra il mondo normale e quello irreale: finalmente tutti tornano liberi. Dopo qualche giorno gli ex reclusi si ritrovano per celebrare un solenne Te Deum di ringraziamento, ma terminata la funzione non possono uscire dalla Chiesa, mentre dall’esterno giunge un suono di spari.

IL FASCINO DISCRETO DELLA BORGHESIA
di Luis Buñuel Francia Italia Spagna 1972 104′
Ogni volta che i signori Thévenot ed i signori Sénéchal tentano di pranzare insieme, dopo aver concluso un proficuo affare con l’ambasciatore di uno stato dell’America del Sud, vengono interrotti da avvenimenti imprevisti ed inusuali. Una trama pretesto che consente a Bunuel di mettere in scena un’ innumerevole serie di sequenze surreali in cui il grande regista inscena le miserie e la meschinità della classe borghese e delle autorità che la circondano e proteggono: la polizia, l’esercito, la burocrazia. Bunuel fustiga il mal costume della borghesia, classe sociale parassitaria le cui “piccinerie” la rendono al tempo stesso padrona dei destini altrui, con una girandola di eventi esilaranti ed al tempo stesso improbabili, attingendo ampiamente alle proprie origini surrealiste. Ne segue un’opera tra le migliori del regista Spagnolo, che assurge al ruolo di definitivo manifesto antiborghese e a summa di tutto il cinema Bunueliano. Il film è stato insignito del premio Oscar° quale miglior film non americano, di numerosi premi BAFTA , del Globo d’Oro ed è stato votato dai critici americani miglio film straniero dell’anno 1973.

BUONA VISIONE !

GENOVA 2001-2016 @CPR

GENOVA 2001-2016 @CPR
GENOVA 2001-2016 @CPR

NON dimentichiamo a 15 anni da Genova 2001, le iniziative contro il vertice dei G8/i potenti della terra, Carlo Giuliani ragazzo, morto ammazzato in una bella giornata di luglio, la scuola Diaz, le torture le violenze della polizia, la mancanza della ricostruzione piena di come sono andate le cose, le responsabilità di chi ha agito e chi ha ordinato, e chi ha coperto. Quasi nessuno dei veri responsabili ha pagato, molti hanno fatto carriera, noi siamo sempre qui a lottare perché UN ALTRO MONDO È POSSIBILE.

Giovedì 21, venerdì 22, sabato 23 nella saletta interna proietteremo film e documenti conservati nel nostro archivio. Orario proiezioni: 17 – 19 – 21 con scelta su PLAYLIST in base alle richieste del momento o prenotate via e-mail a info@casalepodererosa.org

UN INVITO SPECIALE al “Comitato contro il G8-romanordest”, ai tanti ragazzi giovani e meno giovani con cui durante il 2001 abbiamo fatto numerose iniziative nel quartiere prima di andare a Genova a manifestare per un mondo più giusto. Il Comitato si trasformò poi proprio durante la fatidica data dell’11 settembre del 2001 in Roma Nord-Est Social Forum proseguendo le battaglie e le iniziative culturali e politiche per circa 10 anni!
UN INVITO SPECIALE ai protagonisti di tante iniziative: Alessandra, Alessandro, Agnese, Andrea, Annalisa, Antonella, Barbara, Claudio, Cristiana, Enrico, Enzo, Ernesto, Fabio, Fabrizio, Federica, Francesca, Francesco, Giampaolo, Gianni, Giovanni, Giulia, Giulio, Guido, Ilaria, Katia, Kira, Laura, Luca, Luciano, Luigi, Maria Antonietta, Maria Luisa, Marco, Marta, Maurizio, Mauro, Mimmo, Nicola, Paola, Rita, Valentina, Valerio, Simona, Stefano, Susanna e tanti altri/e di cui ci scusiamo se non ci ricordiamo i nomi(!)

PLAYLIST:
Un altro mondo è possibile, regia collettiva (2001)
Genova. Per noi / Roberto Giannarelli, Francesco Ranieri Martinotti, Paolo Pietrangeli, Wilma Labate (2001)
OP Ordine Pubblico – GENOVA 2001 / Genoa Legal Forum , (2007)
Carlo Giuliani, ragazzo / Francesca Comencini (2002)
Quale verità per Piazza Alimonda ? / Comitato Piazza Carlo Giuliano. Arci. Liberazione (2005)
Legittima difesa. Genova 20 luglio 2001. Ricostruzione degli scontri in via Tolemaide (2005)
Black Block / Carlo A. Bachschmidt (2011)
Diaz – Don’t Clean Up This Blood / Daniele Vicari (2012)
filmografia:
http://www.piazzacarlogiuliani.org/carlo/bibliografia/bibliofilm.php
https://it.wikipedia.org/wiki/Fatti_del_G8_di_Genova#Filmografia

Giugno E…State al Podere Rosa

iconaPDF 4-25 Giugno 2016

E….State al Podere Rosa
un’estate resistente, fuori dal comune, in periferia
dal 4 giugno al 6 agosto 2016
tutti i giovedì, venerdì e sabato dalle 17 alle 24
Informazioni || Ingresso
GIUGNOfilm
proiezioni alle ore 21.30

Sabato 4
IL PICCOLO PRINCIPE

di Mark Osborne 2015 102′ animazione
Tratto dal celeberrimo romanzo di Antoine de Saint – Exupéry un film d’animazione adatto a tutte le età. Un vecchio ed eccentrico aviatore stringe amicizia con la sua nuova vicina di casa, una bambina molto matura trasferitasi nel quartiere insieme alla madre. Attraverso le pagine del diario dell’aviatore e i suoi disegni, la bambina scopre come molto tempo prima l’aviatore fosse precipitato in un deserto e vi avesse incontrato il Piccolo Principe, un enigmatico ragazzino giunto da un altro pianeta. Le esperienze dell’aviatore e il racconto dei viaggi del Piccolo Principe in altri mondi contribuiscono a creare un legame tra l’aviatore e la bambina che affronteranno insieme una straordinaria avventura, alla fine della quale la bambina avrà imparato ad usare la sua immaginazione e a ritrovare la sua infanzia.

Giovedì 9
AMY-THE GIRL BEHIND THE NAME

di Asif Kapadia Gran Bretagna 2015 113′ documentario
Il documentario racconta la storia drammatica di Amy Winehouse dal suo punto di vista e da quello dei suoi migliori amici, svelandone la vera personalità. Al centro del racconto, la personalità fragile e tenera della cantante, il suo rapporto con la famiglia e con i media, la fama, la dipendenza, ma soprattutto la sua generosità e il suo talento. Fino al tragico epilogo: il corpo senza vita di Amy fu rinvenuto il 23 luglio 2011 nel suo appartamento londinese di Camden con accanto due bottiglie vuote di vodka.

Venerdì 10
PERFECT DAY

di Fernando Leon De Aranoa Spagna 2015 105′
Balcani, 1995. La guerra è finita, ma c’è ancora tanto lavoro da fare. Mambru e B, due veterani del soccorso umanitario, solcano ininterrottamente le strade sterrate della Bosnia cercando di portare aiuti. L’arrivo di una francesina, novizia della missione, dell’aiuto interprete Damir e di Katja, vecchia fiamma di Mambru, infoltiscono il gruppo. Questa nuova e bizzarra squadra si troverà di fronte ad una situazione piú intricata del previsto.

Sabato 11
DIO ESISTE E VIVE A BRUXELLES

di Jaco Van Domael Francia Belgio Lussemburgo 2015
Dio vive sulla terra, è vigliacco, con una morale meschina ed è davvero odioso con la sua famiglia. Sua figlia, Ea, si annoia a casa e non sopporta di essere rinchiusa in un piccolo appartamento nell’ordinaria Bruxelles, fino al giorno in cui decide di ribellarsi contro il padre, entrare nel suo computer e trapelare al mondo intero la data fatale della loro morte. Improvvisamente tutti cominciano a pensare a cosa fare con i giorni, i mesi, e gli anni che hanno ancora a disposizione…

Giovedì 16
LA VITA E’ FACILE AD OCCHI CHIUSI

di David Trueba Spagna 2013 108′
Spagna, 1966. Antonio insegna inglese ed è un grandissimo appassionato dei Beatles. Quando scopre che John Lennon sarà per un periodo in Almeria per girare un film, decide di mettersi in macchina e raggiungerlo. Durante il viaggio, Antonio incontrerà e accoglierà con sé due giovani, entrambi a disagio nel proprio nucleo familiare, che lo accompagneranno nella realizzazione del suo sogno.

Venerdì 17
VIA CASTELLANA BANDIERA

di Emma Dante Italia Svizzera Francia 2013 90′
Rosa e Clara, venute a Palermo per festeggiare il matrimonio di un amico, si perdono nelle strade della città e restano bloccate in Via Castellana Bandiera, da un’altra macchina, guidata da Samira, arrivata in senso contrario. Né Rosa né Samira, donna antica e testarda, intendono cedere il passo. Chiuse all’interno delle loro macchine, due donne si affrontano in un duello di sguardi tutto al femminile, piú ostinato del sole di Palermo e piú testardo della ferocia degli uomini che le circondano.

Sabato 18
ASSOLO

di Laura Morante Italia 2016 97′
Flavia è una donna fragile e insicura. Ha due matrimoni alle spalle, due figli, un cane in prestito ed è sempre alla disperata ricerca del consenso e dell’affetto delle persone che la circondano. Incapace di separarsi emotivamente dai suoi ex mariti Gerardo e Willy, Flavia intesse rapporti amichevoli anche con le loro nuove compagne, Giusi e Ilaria. In questa famiglia allargata Flavia è però sempre sola, incapace di raggiungere qualsiasi obiettivo per lei davvero importante. Che sia la patente di guida o un corso di tango, nulla sembra andare per il verso giusto. Tra incidenti di percorso e sorprendenti scoperte, Flavia imparerà che nessuna donna è perfetta e che l’autostima e la libertà tanto inseguite erano proprio li, a portata di mano.

Giovedì 23
Moon I Mean
serata con musica e concerto dal vivo in giardino, nel “Salotto en plein air

Venerdì 24
AMELUK

di Mimmo Mancini Italia 2015 98′
È Venerdì Santo. A Mariotto, un minuscolo paese della Puglia, tutto è pronto per la Via Crucis, ma l’interprete di Gesù, il parrucchiere Michele, Paolo Sassanelli, si siede per sbaglio sulla corona di spine. È l’inizio del calvario. Il tecnico delle luci, Jusef, detto Ameluk, interpretato da Mehdi Mahdloo Torkaman, è mandato inconsapevolmente allo sbaraglio dall’amico parroco per sostituirlo nel ruolo di Cristo, ma è un musulmano. La notizia desta scalpore e fa il giro del mondo e l’opinione pubblica del piccolo paese pugliese si spacca in due. Personaggi e momenti a volte esilaranti, calati in un’atmosfera variopinta, fanno da sfondo alle disavventure del povero Ameluk, che tra un colpo di scena e l’altro cercherà, a suo modo, di riportare la pace nel paese.

Sabato 25
LA FELICITA’ E’ UN SISTEMA COMPLESSO

di Gianni Zanasi Italia 2015 117′
Enrico Giusti fa un lavoro strano: diventa amico di dirigenti incompetenti che rischiano di mandare in rovina le imprese che gestiscono e li convince ad andarsene evitando il fallimento delle aziende. Non sbaglia un colpo, mai. Fino a quando non si trova a che fare con due giovanissimi fratelli di 18 e 13 anni, orfani di un’importante coppia di imprenditori. Enrico viene chiamato col compito di impedire che due adolescenti possano diventare i dirigenti di un gruppo industriale d’importanza nazionale. Dovrebbe essere il caso piú facile, il coronamento di una carriera, ma tutto si complica: sarà il caso che Enrico aspettava da tanto tempo, quello che cambierà tutto, per sempre.

(to be continued…)