Comunità Solidali 2019-2020

Progetto: “L’importanza di essere albero”: calcolare la CO2 trattenuta dagli alberi e realizzare un bosco urbano per contrastare i cambiamenti climatici.

Totale costo progetto: € 31.350,00
Contributo regionale: € 25.000,00
Cofinanziamento a carico proprio: € 6.350,00
Ambito territoriale: ASL RM2

Obiettivi generali: Promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere gli effetti del cambiamento climatico
Aree prioritarie di intervento: Promozione di percorsi educativi e formativi sui mutamenti climatici, in particolare nelle scuole. Implementazione delle conoscenze sul tema dei cambiamenti climatici: cause, scenari futuri, problematiche, possibili adattamenti e soluzioni. Sensibilizzazione delle persone sulla necessità di adottare comportamenti responsabili per contribuire a minimizzare gli effetti negativi dei cambiamenti climatici sulle comunità naturali e umane.

Descrizione del progetto: Il progetto prevede un opera di sensibilizzazione e azioni concrete per contrastare il degrado ambientale del territorio interessato (ma che in realtà è un problema ormai globale) e i cambiamenti climatici. Temi ormai più che attuali e riportati anche con il giusto allarmismo da molti media, ma che spesso vengono percepiti come fenomeni lontani sia nel tempo (mentre riguardano ormai l’oggi) sia geograficamente (si pensa a fenomeni che riguardano l’Antartico, l’Amazzonia o aree tropicali). Scopo del progetto è dunque cercare di rendere consapevole la comunità di come il proprio stile di vita incida sull’ambiente e sugli stessi cambiamenti climatici e come sia possibile dare una prima risposta sia modificando il proprio stile di vita ma anche salvaguardando le aree verdi e anzi incrementarle, dando una risposta al miglioramento della qualità dell’area e di riduzione della CO2. L’ambito territoriale interessato dal progetto comprende infatti quartieri periferici dove si registrano gravi atti di danneggiamento delle aree verdi (accompagnati dalla scarsa manutenzione dei parchi) e un elevato inquinamento. Per questo, il progetto è rivolto a tutta la comunità territoriale e in modo particolare ai ragazzi, alcuni dei quali sono i protagonisti degli atti di vandalismo nei parchi, ma che dovrebbero essere i più interessati a difendere il proprio futuro. Ed è stata scelta una scuola superiore del quartiere San Basilio, una delle zone di maggiore disagio sociale, per sperimentare un percorso di conoscenza ed azioni concrete. Per attirare l’attenzione dei giovani si è scelto uno strumento a loro più familiare, la realizzazione di un database per la misurazione della CO2 con una interfaccia grafica semplice e di facile usabilità, che potrà essere utilizzato liberamente su PC, tablet e smartphone. Il database permetterà di calcolare la CO2 trattenuta da ogni singola pianta in funzione appunto del tipo di pianta, delle sue dimensioni ecc. In particolare il progetto prevede alcuni incontri nella scuola scelta (Istituto Tecnico “J. Von Neumann”), per approfondire queste tematiche, rendere consapevoli i ragazzi su come anche i loro stili di vita incidano, e come comportamenti diversi possano ridurre il danno ed infine come il verde sia una ulteriore risposta a tutto questo. Verrà dunque spiegato l’utilizzo del database online, e ogni ragazzo potrà misurare come il verde della stessa scuola e del quartiere dia un contributo alla qualità dell’aria e ai cambiamenti climatici. Alla fine del percorso saranno piantumati, in un area libera delle scuola, un numero sufficiente di alberi che formeranno un “bosco urbano”, di cui si calcolerà negli anni il contributo. Altra azione consisterà nell’impiantare un semenzaio per permettere la riproduzione di nuovi alberi da mettere a dimora in futuro. Lo stesso percorso sarà realizzato presso il Casale Podere Rosa e rivolto a tutta la comunità, in particolare agli studenti universitari in materie scientifiche e ambientali, si inviteranno anche i genitori dei ragazzi coinvolti e rappresentanti delle associazioni territoriali interessate, ma non solo. Anche in questo caso il percorso prevede lezioni di formazione teoriche e pratiche con la misurazione della CO2 trattenuta dalle piante presenti già nell’area verde del Casale Podere Rosa, e si concluderà con la piantumazione di un piccolo “bosco urbano” e la realizzazione di un semenzaio per contribuire all’opera di rinaturalizzazione del territorio. Inoltre presso il Casale Podere Rosa è già attiva la biblioteca Passepartout, specializzata in tematiche ambientali, il cui patrimonio si prevede di incrementare con ulteriori materiali (libri o documenti visivi) sul tema dei cambiamenti climatici, della resilienza, e della critica agli stili di vita consumistici e che incidono negativamente sull’ambiente naturale, per permettere ulteriori approfondimenti e spunti di ragionamento. Al progetto verrà dedicata una pagina del sito web dell’associazione dove sarà pubblicato tutto il materiale e i risultati prodotti, compreso l’accesso alla piattaforma per il calcolo della CO2 trattenuta da un singolo albero o da un insieme di alberi, per consentire a chiunque di utilizzarla e di poter ripetere una esperienza analoga nel proprio territorio. A conclusione di questa esperienza è prevista una verifica sul livello di consapevolezza raggiunto dai soggetti che hanno partecipato al percorso e sulla validità della metodologia utilizzata al fine di avere un riscontro sull’impatto del progetto nonché una lettura sul contributo ambientale prodotto negli anni dagli alberi piantati.

Azioni:

  • Applicativo didattico CENSIMENTO ALBERI. Realizzazione di un foglio di calcolo che consente di calcolare in maniera semplice la quantità di carbonio contenuta nei tessuti vegetali degli alberi e quindi la quantità di CO2 sottratta all’atmosfera. Questo strumento ha un valore esclusivamente didattico e non professionale, ma può aiutare a comprendere il ruolo degli alberi nella mitigazione dei cambiamenti climatici. pagina web

    Applicativo didattico: Censimento alberi
  • Percorso didattico rivolto alla comunità territoriale. L’importanza degli alberi per migliorare la qualità dell’aria e mitigare i cambiamenti climatici fa parte ormai della consapevolezza della maggior parte dei cittadini. Il laboratorio didattico è rivolto alla comunità territoriale per imparare a conoscere e riconoscere gli alberi più comuni nel nostro ambiente urbano, apprendere le loro caratteristiche e funzioni ecologiche, calcolare i principali servizi ecosistemici e i benefici delle “foreste urbane”. Il percorso didattico è gratuito e si articolerà in cinque incontri teorico-pratici tra Aprile e Giugno. pagina web

    Percorso didattico rivolto alla comunità territoriale (Aprile-Giugno 2021)