Alzheimer Festival 2022. 8 e 29 aprile, 20 maggio

Alzheimer Festival 2022. 8 e 29 aprile, 20 maggio

In collaborazione con Carmela Sorvillo, psicologa e caregiver, dalla quale è nata l’esigenza di promuovere la rassegna “dedicata a noi figli, coniugi, nipoti, fratelli e sorelle, che quotidianamente, con amore e sofferenza, ci troviamo a gestire i nostri cari, affetti da forme di demenza. Sarà un’occasione privilegiata di incontro per tutti coloro che sentono oggi il grande bisogno di confronto, scambio e condivisione da cui ripartire”.
Le proiezioni si svolgono alle ore 17,30 e saranno introdotte con una breve presentazione.
Al termine di ogni film si terrà un momento di incontro e scambio in cui tutti coloro che desidereranno un confronto potranno avere l’occasione di prendervi parte.

Gli incontri si tengono nel rispetto delle normative vigenti per il contenimento del contagio da Coronavirus.

venerdì 8 aprile ore 17,30
[fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/The_Father_-_Nulla_%C3%A8_come_sembra] Copyrighted, https://it.wikipedia.org/w/index.php?curid=8936629
THE FATHER-NULLA E’ COME SEMBRA
Florian Zeller Gran Bretagna 2020 94’
Tratto dall’omonima pièce teatrale il film è un viaggio all’interno della quotidianità frammentata di un padre affetto da demenza senile. Per la difesa della sua autonomia il malato di Alzheimer rifiuta le badanti che la figlia gli propone. Ma per noi spettatori si apre un grande interrogativo: l’uomo ha perso la ragione o è vittima di un complotto che mira alla sua eredità? Dramma familiare “da camera”, veramente originale. Oscar a Anthony Hopkins per la sua straordinaria interpretazione.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2020/the-father/]

venerdì 29 aprile ore 17,30
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2020/falling/]
FALLING – STORIA DI UN PADRE
di Viggo Mortensen Stati Uniti Regno Unito, Canada 2021 108’
Storia di un padre che, nella fase finale della vita, caratterizzata tra l’altro dall’incombere della demenza, viene accompagnato dal figlio il quale, nonostante il cattivo carattere del genitore, caratterizzato da provocatorietà ed intemperanze, riuscirà ad assisterlo con un nuovo spirito. Basato sulla relazione tra padre e figlio e sulla rievocazione della loro vita trascorsa, il film centra la difficoltà del loro rapporto, nonostante cui il figlio, nel tentativo di padroneggiarsi, sperimenterà una nuova modalità comunicativa basata sull’accondiscendenza e la dolcezza. E la scoperta di una risorsa aiuterà i due a riavvicinarsi…nonostante tutto.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2020/falling/]

venerdì 20 maggio ore 17,30
[fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Ella_%26_John_-_The_Leisure_Seeker - Di Freddiev600 - Screenshot del trailer, Copyrighted, https://it.wikipedia.org/w/index.php?curid=6635055]
ELLA & JOHN-THE LEISURE SEEKER
di Paolo Virzì Italia Francia 2017 112’
Come sempre Virzì riesce a far sorridere su temi delicati. Commovente road movie centrato sul tema del viaggio e della vecchiaia. Un viaggio rievocativo e a suo modo tappa finale di una vita trascorsa insieme in cui la malattia di entrambi, pur segnando il vissuto dei due anziani, attenua la sua drammaticità di fronte al sentimento d’amore dal quale sono indissolubilmente legati. La relazione di coppia, ci offre uno spaccato affettivo di grande forza che sopravvive ad ogni sollecitazione.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2017/leisureseeker/]

…a tre giorni dall’ingresso della primavera: guerre & siccità || Newsletter 23.marzo.2022

[Il dottor Stranamore - Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba. Stanley Kubrick, 1964]
“Il dottor Stranamore – Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba. Stanley Kubrick, 1964. Prodotto in piena guerra fredda, con un umorismo nero, graffiante, acido, che raggela più che divertire, mostra come l’attuale sistema difensivo, basato sulla deterrenza, sia soggetto all’errore e alla follia umana. Il processo di annientamento, una volta innescato, è irreversibile e la collaborazione tra le superpotenze “dopo l’insorgere del problema” risulta inefficace: l’atto d’accusa per la mancata collaborazione è evidente. Il film rimane sempre attuale per il persistere di sistemi politici contrapposti armati con ordigni di distruzione di massa.”

[Casale Podere Rosa]
Newsletter di Casale Podere Rosa e Biblioteca Passepartout del 23.marzo.2022


Sabato del villaggio il 26 marzo:
si apre alle 10,30 con lavori per/in giardino. Durante la mattinata (alle 11,30 circa) breve presentazione del progetto “incubatore di boschi” rivolto a chi (insegnanti, gruppi, comitati, condomini) vuole impegnarsi nella piantumazione di “boschi urbani” e nella loro gestione fino ad attecchimento!!! Dalle 13 è previsto il pranzo con la BioOsteria all’aperto. Nel pomeriggio dalle 15 biblioteca e aula studio (all’aperto o al chiuso). Alle 16 appuntamento mensile con il Circolo di lettura. A seguire (ore 18) si chiude la rassegna “Le primavere …orientali” con la proiezione del film cinese “Tiepide acque di primavera“. Per tutta la giornata è aperto il bioBar.


[25 Marzo 2022: Sciopero globale per il clima]
Fridays For Future. “Il catastrofico scenario climatico che stiamo vivendo è il risultato di secoli di sfruttamento e oppressione attraverso il colonialismo, l’estrattivismo e il capitalismo, un modello socio-economico essenzialmente difettoso che deve essere sostituito con urgenza. Un sistema in cui le nazioni ricche sono responsabili del 92% delle emissioni globali, e l’1% più ricco della popolazione mondiale è responsabile del doppio dell’inquinamento prodotto dal 50% più povero. Guidati dalle lotte storiche e dalle esperienze vissute, guidati dalle persone e dalle aree più colpite (MAPA), chiediamo risarcimenti per il clima.” leggi il comunicato || A Roma: ore 9,30 p.zza della Repubblica

Report IPCC. “In questi giorni tutti gli occhi sono puntati sulla guerra tra Russia e Ucraina. È sicuramente giusto dare risalto a questi avvenimenti. Le guerre – tutte le guerre – sono delle atrocità: prima di tutto per la perdita di vite umane, spezzate o stravolte, poi per gli spaventosi costi economici e ambientali, infine per gli strascichi di odio e risentimento che lasciano dietro di sé. Tuttavia è preoccupante che sia passato quasi del tutto sotto silenzio un altro avvenimento di fondamentale importanza che ha avuto luogo in questi giorni: il 28 febbraio 2022 è uscito l’ultimo report dell’IPCC, il Gruppo Intergovernativo sul Cambiamento Climatico (…)” in La legge non scritta della politica: ignorare il cambiamento climatico (Numeripari, 16/03/2022)

Guerre: costo ambientale. “(…)C’è poi un ulteriore costo, che però spesso non viene calcolato quando si tirano le somme di una guerra. È il costo ambientale. Il conflitto Russia-Ucraina sta infatti fungendo da grande promemoria dell’impatto che la guerra e l’esercito di ogni nazione ha sull’ambiente. Sebbene sia una considerazione secondaria rispetto all’impatto sulla vita umana, vale sicuramente la pena evidenziare i danni che i conflitti armati recano al pianeta. Una guerra, in qualsiasi parte del mondo si svolga, ha infatti pesanti conseguenze sulla scena climatica –soprattutto oggigiorno che ci troviamo già in una situazione di non ritorno.
L’impatto ambientale delle guerre inizia molto prima che vengano lanciati gli effettivi attacchi con bombe e missili. Costruire e sostenere forze militari consuma infatti quantità enormi di risorse; dai metalli comuni a terre rare, come ittrio e terbio utilizzati per le armi nei veicoli da combattimento, da acqua a idrocarburi. Veicoli militari, aerei, navi e infrastrutture per addestramenti richiedono poi energia – e il più delle volte l’energia è petrolio e l’efficienza energetica è bassa.(…)”
in La guerra ha anche un enorme costo ambientale di Miriam Tagini (Linkiesta, 07/03/2022)

Guerra al clima. (Presa diretta, 21/03/2022) ne consigliamo la visione QUI, per chi non ha avuto modo di vedere il reportage con importanti interviste e il resoconto della prima carestia al mondo causata dal cambiamento climatico, in Madagascar…


Orari&attività
[zona rosa ristretta]
Attività rivolte ai soci anno 2022 (informazioni sull’iscrizione all’associazione QUI)
Martedì: 15,00-19,00 con biblioteca, aula studio, biobar;
Mercoledì: 9,30-13,30 con biblioteca, aula studio, biobar;
Giovedì: 15,00-19,00 con biblioteca, aula studio, biobar, cineforum pomeridiano, aperitivo al tramonto;
Venerdì: 9,30-13,30 con biblioteca, aula studio, biobar. Pomeriggio apertura alle 16,30 con Gas-Gaabe, biobar, cineforum pomeridiano, aperitivo al tramonto;
Sabato: apertura ore 10,00 con biobar, e BioOsteria a pranzo dalle ore 13. Dalle 15,00 alle 19,00 biblioteca e aula studio; cineforum pomeridiano, aperitivo al tramonto. NB nei sabato di MercatoBIO apertura ore 9.

[BioOsteria del Casale Podere Rosa]
BioOsteria a pranzo il sabato!
Cucina 99% bio, con piatti semplici ma non banali, realizzata in collaborazione con l’azienda bioagricola De Paolis. Le pietanze sono preparate con prodotti da agricoltura biologica privilegiando le produzioni locali stagionali. Diversi prodotti freschi provengono dalle aziende del MercatoBIO del Casale.
Menù fisso primo e secondo con contorno 15€:
*normale: maltagliati casarecci con ceci e rosmarino, crêpes con ortica con salsa al parmigiano e rapa rossa, con contorno di carciofi
*alternativo vegano e basso glutine: vellutata di broccolo con cavolo cappuccio marinato con curcuma e cumino, schiacciatine con crema di ortica, con contorno di carciofi
*menù ridotto per bambini (12€): pasta al sugo, polpette in bianco, patate spadellate
Fuori menù: apripranzo, dessert e dolci, pane, bevande

Al momento della prenotazione indicare se menù vegano e a basso contenuto di glutine o ridotto bambini. Prenotazioni 068271545 o info@casalepodererosa.org


La biblioteca Passepartout per i servizi di prestito e restituzione libri è aperta in tutti gli orari di apertura generali (previo appuntamento a biblioteca@casalepodererosa.org)
L’aula studenti (all’aperto o all’interno) è fruibile nei giorni martedì-giovedì-sabato dalle 15 alle 19 e mercoledì-venerdì dalle 9,30 alle 13,30 previa prenotazione.
E’ possibile la consultazione delle librerie con le modalità per la fruizione dello spazio interno, oppure consultando i vari cataloghi ed elenchi on-line:
catalogo (OPAC) || ultimi arrivi (08/03/2022) || bibliografie visuali


Bibliografia per la video rassegna Le primavere …orientali. Prenota il prestito scrivendo a biblioteca@casalepodererosa.org


[Campagna di sottoscrizione 2022]

Campagna di sottoscrizione per l’anno 2022: il modulo cartaceo può essere compilato in sede.


Cineforum allargato! Le proiezioni dei film si svolgono nei pomeriggi del giovedì, venerdì e il sabato. Questa settimana minirassegna “Le primavere …orientali”:
giovedì 24 marzo
ore 17,30 LITTLE FOREST di Soon-rye Yim Corea del Sud (2018)
venerdì 25 marzo
ore 17,30 PRIMAVERA, ESTATE, AUTUNNO, INVERNO…E ANCORA PRIMAVERA di Kim Ki-duk Corea (2003)
sabato 26 marzo
…alle ore 16 niente film, ma appuntamento del Circolo di Lettura
alle ore 18,00 TIEPIDE ACQUE DI PRIMAVERA di Gu Axiaogang Cina (2019)

Prenotazioni: 068271545 o info@casalepodererosa.org

giovedì 24 marzo h.17,30
LITTLE FOREST
di Soon-rye Yim Corea del Sud 2018 100’
Tratto da un Manga giapponese, il film tratta di una storia apparentemente semplice di ritorno alla natura e per questo ha riscosso molti consensi in patria, poiché il bisogno di staccare dalla metropoli e da ritmi di vita che fagocitano l’individuo accomuna molti sudcoreani. Scappa dalla città, Hye-won: falliti un esame e un amore, la ragazza risponde al richiamo della campagna e si rifugia nella casetta d’infanzia, la little forest materna dove ha imparato a cucinare e a vivere. Insieme alle stagioni si susseguono immagini, ricordi e racconti che sono il vero fulcro della storia e che riempiono le ore passate, quando non nei campi, in una cucina che diviene presto l’effettivo palcoscenico della commedia. un racconto di formazione, in cui la protagonista giunge alla maturazione alla fine di un percorso che forse semplice non è ma che viene illustrato da una storia semplice.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2018/little-forest/]

venerdì 25 marzo h.17,30
PRIMAVERA, ESTATE, AUTUNNO, INVERNO…E ANCORA PRIMAVERA
di Kim Ki-duk Corea 2003 103′
Una suggestiva parabola zen, ormai un classico, del regista coreano, che in questo film intende: ”…illustrare la gioia,l’ira, il dolore e il piacere delle nostre vite attraverso le quattro stagioni e la vita di un monaco che vive circondato solo dalla natura, sul lago di Jusan. Le cinque storie del Monaco bambino, ragazzo, adulto e anziano coesisteranno con le immagini di ogni stagione. Le qualità mutanti negli esseri viventi, il significato della maturità nelle nostre vite che si formano e si sviluppano, la crudeltà dell’innocenza, ossessione dei desideri, il dolore nelle intenzioni delittuose e l’emancipazione nelle lotte.”
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2003/primaveraestateautunnoinvernoeancoraprimavera/]

sabato 26 marzo
…alle ore 16 niente film, ma appuntamento del Circolo di Lettura: Il libro scelto per il prossimo incontro è: “Non lasciarmi” di Kazuo Ishiguro (Einaudi Editore), scrittore britannico di origine giapponese, premio Nobel per la letteratura nel 2017. Il premio Nobel gli è stato conferito … “perché, nei suoi romanzi di grande forza emotiva, ha svelato l’abisso sottostante il nostro illusorio senso di connessione con il mondo”. Nel 2010 dal romanzo è stato tratto un omonimo film diretto da Mark Romanek e con protagonisti Carey Mulligan, Keira Knightley e Andrew Garfield.
[Circolo di lettura della Biblioteca Passepartout del Casale Podere Rosa  2022]

h.18,00 TIEPIDE ACQUE DI PRIMAVERA
di Gu Axiaogang Cina 2019 144’
Opera prima del giovane regista cinese Gu Axiaogang che fa un ritratto della Cina moderna, ispirandosi a un celebre dipinto di Huang Gongwang realizzato tra il 1348 e il 1350, un rotolo lungo più di sei metri che lo stesso cineasta ha definito “bi-dimensionale”. Il richiamo all’opera, non avviene per caso, anzi è un costante spirito guida per il regista del film, che illustra la storia della famiglia Yu alla maniera di un rotolo senza tempo, svelandone a poco a poco ogni risvolto. La storia della famiglia si intreccia allo scorrere del tempo e al cambiamento delle stagioni lungo il fiume Fuchun, nel distretto di Fuyang. Non è facile la vita in questa Cina moderna e alienata dalla nevrosi del benessere, dell’arricchimento, dello status. Il film è stato girato in due anni, per poter riflettere la città in tutte e quattro le stagioni.

[fonte: https://www.mymovies.it/film/2019/dwelling-in-the-fuchun-mountains/]


Promemoria prossimi appuntamenti in programma:

[MercatoBIO sabato 2 e 16 aprile 2022]


[5x1000 al Casale Podere Rosa]


Il Casale Podere Rosa, nonostante l’ingiunzione di sfratto ricevuta a dicembre 2016, prosegue le attività sociali, culturali e di intrattenimento, di difesa e valorizzazione dei beni comuni e dell’ambiente, di promozione e sostegno dei piccoli agricoltori, con servizi per le famiglie e i giovani . La #vertenzaCPR è ancora in atto per impedire la chiusura e trasformazione di questo storico spazio sociale e culturale della periferia romana.
[vertenza_CPR]


Contatti:
e-mail info@casalepodererosa.org
telfisso 068271545 – telmobile 3920488606
casalepodererosa.orgbacheca fb

MercatoBIO sabato 2 e 16 aprile 2022

MercatoBIO sabato di pasqua 16 aprile 2022
MercatoBIO sabato 2 e 16 aprile 2022
Contro il biologico delle multinazionali
...Sosteniamo gli agricoltori
piccoli, locali, biologici,
che vendono direttamente i propri prodotti
coltivati nel rispetto dell’ambiente!”

Il MercatoBIO, agricoltura biologica a km Zero vi da appuntamento:
sabato 2 aprile
sabato 16 aprile
Orario: dalle 9 alle 13,00
Contatti: info@casalepodererosa.org- tel.068271545
Luogo: Casale Podere Rosa, via Diego Fabbri (angolo via A. De Stefani)
L’ ingresso riservato ai soci anno in corso nel rispetto della normativa vigente per il contenimento del contagio Covid-19 e delle indicazioni fornite all’entrata.
Maggiori info per l‘iscrizione all’associazione

altre informazioni:
– dalle 11.00 alle 13.00, nel parcheggio antistante il Casale è presente il furgoncino di Biolà: distributore mobile di latte crudo biologico, formaggi, carne bovina da allevamenti biologici;
BioBar dale ore 9 e BioOsteria aperta a pranzo all’aperto in giardino (prenotazioni a 068271545 o info@casalepodererosa.org).

E’ possibile contattare direttamente le aziende per effettuare un pre-ordine.


Elenco Produttori e prodotti
L’elenco è redatto in base all’anzianità di partecipazione al MercatoBIO.
Le aziende che partecipano al MercatoBIO producono rispettando le normative comunitarie dell’agricoltura biologica e vendono direttamente i propri prodotti senza intermediazione. Al MercatoBIO non sono ammessi banchi di vendita conto terzi. Alcuni prodotti sono autocertificati biologici.

(NB. L’elenco comprende tutte le aziende che partecipano con costanza al MercatoBIO, ma alcune aziende sono presenti solo in alcune date)

Bernabei Giovanni e Assunta
San Giovanni Incarico – FR
BIOAGRICERT – IT BIO 007 B97F dg || cert
Azienda ortofrutticola con vendita diretta in azienda e nei piccoli mercati locali. Le varietà di ortaggi coltivati sono scelti con cura e selezionati tra quelli che meglio si adattano ai terreni collinari del frusinate. Terreni: Via Civita Farnese Pico (FR), Loc. Portaturo Fondi (LT), Via Civita Farnese San Giovanni Incarico (FR). Prodotti: ortaggi e meloni, radici e tuberi, olive frutti oleosi, cereali (escluso il riso), legumi da granella e semi oleosi, agrumi, uva. Per info e ordini: Assunta 3384706830 / assunta.bernabei@gmail.com

Azienda vitivinicola Francesca Cardone Donati
Colonna – RM
ICEA – IT BIO 006 G860 cert
L’azienda comprende piccoli appezzamenti di terreno collinare sulle colline dei Castelli Romani e la cantina. Biologico non solo in vigna ma anche in cantina: si vinifica in bio e a basso contenuto di solfiti. Prodotti: uva da vino, vino bianco, rosato, rosso in bottiglia o dama. Per info e ordini: Francesca 3337616561 / cantinacardone@katamail.com

Società Agricola De Paolis-De Paolis Bio
Nerola – RM
ICEA – IT BIO 006 G2058 cert
I tre giovani fratelli si impegnano nell’azienda di famiglia tramandata da sei generazioni e ne fanno oggi una piccola azienda agricola con aspetti multifunzionali, affiancando alla tradizionale coltivazione dell’olivo, coltivazioni orticole, piccoli frutti, erbe aromatiche e un laboratorio da forno. Prodotti: olio extra vergine di oliva, ortaggi, frutta, piccoli frutti, erbe aromatiche. Prodotti da forno senza latte e per intolleranze alimentari o vegani sia dolci (biscotti, muffin) e salati (taralli, pizze, calzoni, torte rustiche) . Per info e ordini: Virginia, Eliana 3282732204 – 3336347208 / depaolisbio@gmail.com

Casale Nibbi Azienda Agricola Bio/Nibi Francesco
NB L’azienda non sarà presente i mesi Maggio, Giugno, Luglio
Amatrice – RI
SUOLO E SALUTE – IT BIO 004 29366 dg
Da cinque generazioni opera nel settore agricolo zootecnico, combinando le antiche tradizioni con gli strumenti offerti dal progresso tecnologico, ponendosi in posizione di avanguardia nel tessuto economico locale. Prodotti: formaggi freschi e semistagionati, latticini, yogurt, dessert, patate vari tipi, topinambur, frutta, mele, ciliegie. Disponibili farro bio e pasta di semola di grano duro e farina (autocertificato biologico). A breve disponibili salumi (ciauscolo e salame molle) di suini di proprio allevamento (autocertificato biologico). Per info e ordini: Amelia 3284287300, Luciano 3664754635 / info@melemangio.it

Azienda Bio Agricola Pucci Marco
Loc. San Giovanni, Celleno – VT
BIOAGRICERT – IT BIO 007 F19O dg || cert
Dalla passione di Marco Pucci e della sua famiglia nasce l’olio extravergine di oliva da Agricoltura Biologica della tenuta San Giovanni, posta in media collina nell’alta Tuscia, dove il terreno e le condizioni climatiche consentono la produzione di olio extravergine di elevata qualità. Prodotti: olio extra vergine di oliva, olive, colture aromatiche e piante officinali, frutta mista, frutta a guscio, conserve di frutta e di ortaggi. Per info e ordini: Marco e Brenda 3283730831 / marco.pucci80@gmail.com

Fratelli Marti/Le perle degli angeli
Magliano Sabina-RI
[allevamento e trasformazione autocertificati]
Piccolo caseificio artigianale a conduzione familiare, in cui si produce mozzarella e latticini di bufala esclusivamente con il latte del proprio allevamento. Prodotti: mozzarella, formaggi freschi, semistagionati, yogurt di bufala. In alcuni periodi è disponibile anche salame bufalino [autodichiarazione]. Per info e ordini: Paola e Donato 3381694571 / mukkis2@gmail.com

Podere al sole di Francesca Silla
Località Le Prata, Scanno – AQ
ICEA – IT BIO 006 S1625 cert || autodichiarazione
L’azienda agricola continua la lunga tradizione familiare che si tramanda di generazione in generazione, per allevamento, produzione e vendita di formaggi bio di pecora, capra, mucca. Prodotti: formaggi freschi, semistagionati e stagionati. Disponibili salumi e prosciutti che provengono da suini allevati in azienda secondo i principi degli allevamenti biologico ma non certificati perché produzione marginale. Carni fresche agnello, capretto (solo su ordinazione). Per info e ordini: Francesca 3472553400 / aziendaagricolacetrone@gmail.com

L’ape artigiana di Antonio Minardi
Tivoli – RM
[allevamento e trasformazione autocertificati]
Produzione di miele e prodotti dell’alveare rispettando tempi e modalità naturali delle api, non è da tutti. Da trent’anni fa apicoltura seguendo un disciplinare che asseconda la biologia delle api, evita l’uso di sostanze chimiche e riduce al minimo lo stress sugli animali. Prodotti: miele di ciliegio e di acacia, prodotti dell’alveare. Per info e ordini: Antonio 3484600622

Azienda Agricola Innocenti Salvatore/Di Marcoberardino Annamaria
Roma-RM/Monteleone Sabino-RI
CCPB – IT BIO 009 BY91 dg || cert || autodichiarazione
Azienda a carattere familiare, in agricoltura biologica dal 1981, azienda agricola ecosostenibile, perché crediamo che la salvaguardia del nostro pianeta sia ogni giorno più importante e non più rimandabile. Prodotti: composte e marmellate di frutta; verdure, battuti e creme di ortaggi; verdure sott’olio, conserve di pomodoro. Per info e ordini: Barbara 3480417625 / info@bioinnocenti.it

Cooperativa Sociale Barikamà
Roma-RM/Martignano-RM
Progetto di micro reddito gestito da ragazzi Africani: dallo sfruttamento nelle campagne, all’autogestione del lavoro e l’inserimento sociale. Ortaggi freschi prodotti presso Azienda Agricola Eredi Ferrazza ICEA – IT BIO 006 G2051 cert (Casale di Martignano/Bracciano) con cui la coop. Barikamà ha un contratto di rete. Dal 2021 Barikamà coltiva anche in altro appezzamento in Valmontone (Suolo e Salute srl BARIKAMA COOP.SOCIALE TIPO B SRL – IT ASS 53545 dg || cert . Nel caseificio della stessa azienda si trasforma il latte biologico dell’azienda Nibi Francesco per produrre lo yogurt. Gli ortaggi vengono in parte trasformati (sott’oli e passate di pomodoro). Prodotti: ortaggi, yogurt, conserve di ortaggi. Per info e ordini (solo messaggi): 3396450624 / barikamaroma@gmail.com

Azienda Agricola Mascitelli Antonio
Gioia dei Marsi-AQ
CCPB – IT BIO 009 BL21 dg || cert || autodichiarazione
Dal 1982 biologica, a conduzione familiare. Situata nel cuore dell’altopiano del fucino, una conca appenninica della Marsica circondata dai monti del Parco Nazionale d’Abruzzo. Prodotti: ortaggi e tuberi carote, cavoli, cipolle, finocchi, indivia, mais, patate, radicchio, rape, zucche. Limoni di produzione propria non certificati [autodichiarazione]. Per info e ordini: Alessandra 3281720157 / biopulcek@gmail.com

Il Bioforno del Borgo di Michele Santamaria
Ponzano Romano – RM
ICEA – IT BIO 006 G2476 cert
Un piccolo laboratorio che propone pane biologico da pasta madre, particolarmente attento alla scelta delle farine biologiche e macinate a pietra, di grani moderni e antichi, a un costo accessibile a tutti. Prodotti: pane, pane integrale, pane con i semi, pizza, panini, pan grattato. Per info e ordini: Michele 3394630694 / ilbiofornodelborgo@gmail.com

Bellucci Claudia / Naturalmente senza glutine
San Cesareo – RM
ICEA – IT BIO 006 G3031 dg || cert
Laboratorio artigianale di prodotti da forno dolci e salati realizzati in proprio utilizzando esclusivamente materie prime prive di glutine all’origine e senza derivati del latte. Prodotti: biscotti, pane, pizza, ciambelloni, torte farcite, muffin. Per info e ordini: Claudia 3318569268 / naturalmentesenzaglutine@hotmail.com

Az. Ag. Alessandro Ingretolli / Zafferano Monticiano
Monte Compatri – RM
[coltivazioni autocertificate]
Questa piccola ma vivace azienda nasce nel 2018 come luogo di rifugio, osservazione e ricerca, per condividere il tempo silenzioso fuori dalla città. La produzione di zafferano è iniziata con poco più di tremila bulbi e senza molta esperienza di campo. Oggi l’azienda, che non utilizza fertilizzanti chimici nè diserbanti di alcun tipo, offre ottimo zafferano in stimmi e petali di zafferano essiccati. Per info e ordini: Valentina e Alessandro 3478256912 / zafferanomonticiano@gmail.com

contro “los de abajo”…||sab.19 con MercatoBIO e …Rachid Benhadj, regista||Newsletter 16.marzo.2022

[Torna Rachid Benhadj, un regista “a km 0”, sabato 19 marzo 2022]

[MercatoBIO sabato 19 marzo 2022]

[Casale Podere Rosa]
Newsletter di Casale Podere Rosa e Biblioteca Passepartout del 16.marzo.2022


Sabato del villaggio il 19 marzo con:

MercatoBio al Casale Podere Rosa: agricoltura biologica a km0 dalle ore 9 alle 13,30: Accorciamo le distanze! Chi compra e mangia a km0 diminuisce le distanze e favorisce l’economia di prossimità. Sostieni anche questo sabato le piccole aziende agricole, che rappresentano le radici e la linfa di cui si nutre la nostra società.

BioOsteria a pranzo dalle 13 e biobar durante la giornata.

Incontro con il regista Rachid Benhadj. Dopo averci parlato di Matares e Profumi d’Algeri, ci racconterà l’esperienza della trasposizione cinematografica del romanzo Il pane nudo dello scrittore marocchino Mohammed Choukri, e del suo rapporto con l’autore, che dopo aver sempre rifiutato offerte dagli autori di cinema, scelse proprio lui… Incontro con il regista alle ore 17,30. Proiezione del film ore 16 e ore 18,30.


Qualche spunto di riflessione sul conflitto in atto:

“(…)Punto uno, è un conflitto tra potenze. È inutile cercare di inchiodare sull’ideologia i buoni e i cattivi, le democrazie e i regimi autocratici… Ciò che sfugge è che il vero conflitto è tra la Russia e la Nato. Per interposta Ucraina. Che si è resa pedina di un gioco più grande. Un gioco che non è iniziato avanti ieri ma è cominciato almeno dal 2014, dopo il colpo di Stato a Kiev che cacciò Yanukovich. È una guerra tra potenze. Quando i vari giornaletti e giornalistucoli dicono ecco gli ex comunisti che si schierano…Una delle solite idiozie della nostra stampa. Io rivendico il diritto di dire che le potenze in lotta sono entrambe lontane dalla mia posizione e dalle mie scelte, perché le potenze in lotta fanno ciascuna il loro mestiere. E né gli uni né gli altri sono apprezzabili. Nascondere le responsabilità degli uni a favore degli altri è un gesto, per essere un po’ generosi, perlomeno anti-scientifico.(…)” in “Zelensky salito al potere con un colpo di Stato, guerra è tra Russia e Nato”, intervista a Luciano Canfora di Umberto De Giovannangeli (Il Riformista 12 Marzo 2022)

““Ucraina, era tutto scritto nel piano della Rand Corp”, l’articolo del giornalista Manlio Dinucci, pubblicato per un breve tempo sull’edizione online del Manifesto di martedì 8 marzo, è stato fatto sparire perché troppo difforme dalla narrativa ufficiale.(…)” Leggi l’articolo || Leggi lettera del giornalista e replica de il manifesto

“(…)Quando gli alleati fornivano armi ai partigiani, infatti, erano già in guerra con la Germania; non solo, ma quella guerra la stavano vincendo e, particolare non secondario, avevano già «gli stivali sul terreno» in Italia, ed erano loro, non gli invasori tedeschi, che bombardavano le nostre città occupate col fine di far durare di meno la guerra. Quindi il paragone regge solo se: a) pensiamo di essere già in guerra con la Russia; b) pensiamo di vincerla militarmente; c) pensiamo che l’invio di armi abbrevierà il conflitto anziché prolungarlo, incaricando gli ucraini di fare la guerra con le nostre armi per nostro conto.(…)” in Quel paragone sbagliato di Alessandro Portelli (Comune.info 12 Marzo 2022)

“(…)la guerra dei nazionalismi e degli Stati contro los de abajo. [Gli zapatisti] Avversano senza esitazione l’invasione russa e sono al fianco dei popoli, ucraino e russo, che resistono al sistema e subiscono le conseguenze delle scelte sanguinose dei governi e degli Stati. Raúl Zibechi commenta la netta presa di posizione dell’Ezln, improntata soltanto alla difesa della vita, all’affermazione delle dignità e all’etica, e al netto rifiuto di ogni machiavellico calcolo geopolitico. (…)” in Gli zapatisti e l’invasione dell’Ucraina di Raúl Zibechi (Comune.info 13 Marzo 2022)


Orari&attività dal 21 marzo 2022
[zona rosa ristretta]
Attività rivolte ai soci anno 2022 (informazioni sull’iscrizione all’associazione QUI)
Martedì: 15,00-19,00 con biblioteca, aula studio, biobar;
Mercoledì: 9,30-13,30 con biblioteca, aula studio, biobar;
Giovedì: 15,00-19,00 con biblioteca, aula studio, biobar, cineforum pomeridiano, aperitivo al tramonto;
Venerdì: 9,30-13,30 con biblioteca, aula studio, biobar. Pomeriggio apertura alle 16,30 con Gas-Gaabe, biobar, cineforum pomeridiano, aperitivo al tramonto;
Sabato: apertura ore 10,00 con biobar, e BioOsteria a pranzo dalle ore 13. Dalle 15,00 alle 19,00 biblioteca e aula studio; cineforum pomeridiano, aperitivo al tramonto. NB nei sabato di MercatoBIO apertura ore 9.

[BioOsteria del Casale Podere Rosa]
BioOsteria a pranzo il sabato!
Cucina 99% bio, con piatti semplici ma non banali, realizzata in collaborazione con l’azienda bioagricola De Paolis. Le pietanze sono preparate con prodotti da agricoltura biologica
privilegiando le produzioni locali stagionali. Diversi prodotti freschi provengono dalle aziende del MercatoBIO del Casale.
Menù fisso primo e secondo con contorno 15€:
-Lasagne casalinghe con radicchio, besciamella e parmigiano, anche nella versione vegana. Alternativa a basso glutine: zuppa di verdure;
-Polpette di manzo e finocchi gratinati. Alternativa vegana e senza glutine: lenticchie speziate e finocchi gratinati.
***Menu ridotto solo per i bambini 12€: pasta al sugo, polpette con patate al forno
Fuori menù: apripranzo, dessert e dolci, pane, bevande

Al momento della prenotazione indicare se menù a basso contenuto di glutine, vegano, ridotto bambini. Prenotazioni 068271545 o info@casalepodererosa.org


La biblioteca Passepartout per i servizi di prestito e restituzione libri è aperta in tutti gli orari di apertura generali (previo appuntamento a biblioteca@casalepodererosa.org)
L’aula studenti (all’aperto o all’interno) è fruibile nei giorni martedì-giovedì-sabato dalle 15 alle 19 e mercoledì-venerdì dalle 9,30 alle 13,30 previa prenotazione.
E’ possibile la consultazione delle librerie con le modalità per la fruizione dello spazio interno, oppure consultando i vari cataloghi ed elenchi on-line:
catalogo (OPAC) || ultimi arrivi (08/03/2022) || bibliografie visuali

Prenota il prestito scrivendo a biblioteca@casalepodererosa.org


[Campagna di sottoscrizione 2022]

Campagna di sottoscrizione per l’anno 2022: il modulo cartaceo può essere compilato in sede.


Cineforum allargato! Le proiezioni dei film si svolgono nei pomeriggi del martedì, giovedì, venerdì e il sabato con doppia proiezione. Prosegue fino a sabato 19 marzo la rassegna 3 libri, 3 film …anzi 4…
giovedì 17 marzo
ore 17,30 IL RICCIO di Mona Achache (2009)
venerdì 18 marzo
ore 17,30 LA SCELTA DI ANNE di Audrey Diwan (2021)
sabato 19 marzo
ore 16,00 IL PANE NUDO di Rachid Benhadj (2004)
alle ore 17,30 INCONTRO CON IL REGISTA
ore 18,30 IL PANE NUDO di Rachid Benhadj (2004)

Prenotazioni: 068271545 o info@casalepodererosa.org

giovedì 17 marzo h.17,30
IL RICCIO
di Mona Achache Francia, Italia 2009 96’
Liberamente tratto dal romanzo L’eleganza del riccio, di Muriel Barbery (caso letterario del 2007), che non ha gradito la trasposizione. Una storia bizzarra e insolita, a metà tra la favola il dramma sociale, ambientato a Parigi, in un elegante palazzo abitato dall’alta borghesia. Qui nasce una singolare amicizia triangolare tra Renée Michel, la portinaia burbera ma coltissima, Paloma, una bambina di undici anni arguta e sagace, con istinti suicidi, e il nuovo inquilino Kakuro Ozu, un elegante e raffinato giapponese. Proprio grazie a questo “straniero” le due amiche, così diverse, riusciranno ad aprirsi al mondo e a decidere di non nascondere più la loro profonda personalità.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2009/leleganzadelriccio/]

venerdì 18 marzo h.17,30
LA SCELTA DI ANNE
di Audrey Diwan Francia 2021 100’’
Leone d’Oro alla 78° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Tratto dal romanzo L’evento di Annie Ernaux. Francia, 1963. Anne ama la letteratura e ha deciso di farne un mestiere, è una ragazza, con molti progetti, al debutto della vita per cui è inimmaginabile avere un bambino e rinunciare ai suoi sogni. La scelta di Anne è quella di non voler proseguire la gravidanza, inattesa, in quel momento della sua vita. Ma nella Francia degli anni Sessanta, medici e pazienti rischiavano la prigione in caso di aborto. Solo nel 1975 fu approvata una legge per liberalizzare l’aborto. Il film, asciutto, crudo, segue la ragazza determinata nella sua scelta, da portare avanti da sola, senza solidarietà o compassione da nessuno.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2021/levenement/]

sabato 19 marzo
h.16,00 IL PANE NUDO
di Rachid Benhadj Marocco, Algeria,Italia, Francia 2004 90’
Trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo autobiografico di Mohammed Choukri (1935-2003), considerato una delle opere più importanti della letteratura marocchina contemporanea. Il romanzo racconta la difficile infanzia e adolescenza dell’autore, vittima di un padre padrone violento, da cui riuscirà a fuggire a venti anni, trasformando così la strada nella sua casa. Finito in carcere, imparò a leggere e a scrivere grazie agli scritti del poeta tunisino Al Shabbi, riuscendo poi anche a diventare maestro e scrittore. Il romanzo, uscito nel 1960, diventa un caso letterario, un classico apprezzato nel resto del mondo ma censurato nei paesi arabi a causa della sua crudezza, fino al 2000. Per anni molti sceneggiatori avrebbero voluto adattare per il grande schermo la vicenda, ma Choukri non ha voluto altri che Rachid Benhadj.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2004/ilpanenudo/]

h. 17,30 INCONTRO CON IL REGISTA RACHID BENHADJ
h. 18,30 replica del film IL PANE NUDO
di Rachid Benhadj Marocco, Algeria,Italia, Francia 2004 90’


Promemoria prossimi appuntamenti in programma:

[Circolo di lettura della Biblioteca Passepartout del Casale Podere Rosa  2022]


[5x1000 al Casale Podere Rosa]


Il Casale Podere Rosa, nonostante l’ingiunzione di sfratto ricevuta a dicembre 2016, prosegue le attività sociali, culturali e di intrattenimento, di difesa e valorizzazione dei beni comuni e dell’ambiente, di promozione e sostegno dei piccoli agricoltori, con servizi per le famiglie e i giovani . La #vertenzaCPR è ancora in atto per impedire la chiusura e trasformazione di questo storico spazio sociale e culturale della periferia romana.
[vertenza_CPR]


Contatti:
e-mail info@casalepodererosa.org
telfisso 068271545 – telmobile 3920488606
casalepodererosa.orgbacheca fb

…alla metà del mondo, Film&Libri || Usciamo… || BioOsteria || Newsletter 9.marzo.2022


[Casale Podere Rosa]
Newsletter di Casale Podere Rosa e Biblioteca Passepartout del 9.marzo.2022


Usciamo.(…)Alberto Manzi diceva che una maestra o un maestro possono insegnare ai bambini e alle bambine il ciclo dell’acqua e se lo fanno in modo didatticamente adeguato lo capiranno. Tuttavia, “se un bambino ha avuto esperienza della pioggia sul viso, quell’apprendimento sarà diverso. L’ambiente esterno diventa il campo di esperienza…”. Ecco perché abbiamo bisogno di uscire.(…)” in Usciamo. Il tempo dell’educazione all’aperto di Comune.info/ 2020

Usciamo anche noi …e andiamo alla Caffarella.
Domenica 13 marzo organizziamo una passeggiata al parco Valle della Caffarella. Un po’ di cammino all’aria aperta per andare incontro alla prossima primavera. Un occasione anche per conoscere il “Laboratoria Berta Caceres”, un neonato spazio sociale che intreccia i temi dell’ecologia politica con il percorso degli spazi autogestiti. L’appuntamento è alle ore 10,30 in Largo Tacchi Venturi. Per info e per segnalare la presenza scrivere a
info@casalepodererosa.org


Orari&attività marzo 2022
[zona rosa ristretta]

Attività rivolte ai soci anno 2022 (informazioni sull’iscrizione all’associazione QUI)
martedì dalle 15 alle 19 con biblioteca, aula studio, caffetteria/sala da te’ e cineforum pomeridiano;
mercoledì dalle 9,30 alle 13,30 con biblioteca e aula studio;
giovedì dalle 15 alle 19 con biblioteca, aula studio, caffetteria/sala da te’ e cineforum pomeridiano;
venerdì dalle 9,30 alle 13,30 con biblioteca e aula studio; Gas-Gaabe dalle 16,30 alle 19,00, biobar, caffetteria e sala de te’ e cineforum pomeridiano;
sabato dalle 15 alle 19,00 con biblioteca e aula studio; cineforum pomeridiano dalle 16 in poi; biobar, caffetteria e sala de te’;
NB nei sabato di MercatoBio apertura h. 9

[BioOsteria del Casale Podere Rosa]
Sabato 12 marzo riapre la BioOsteria a pranzo!
Cucina 99% bio, con piatti semplici ma non banali, realizzata in collaborazione con l’azienda bioagricola De Paolis.
Le pietanze sono preparate con prodotti da agricoltura biologica privilegiando le produzioni locali stagionali. Diversi prodotti freschi provengono dalle aziende del MercatoBIO del Casale.
Menù fisso di questa settimana vegetariano (primo e secondo con contorno 15€):
– casarecce con crema di broccolo romanesco, timo e limone;
– fagioli cannellini con santoreggia e patate croccanti e insalata invernale di cavolo cappuccio rosso e bianco marinati, curcuma e cumino.
Fuori menù: apripranzo, dessert e dolci, pane, bevande

Al momento della prenotazione è possibile chiedere il primo piatto a basso contenuto di glutine (crema di broccolo romanesco e cavolo nero con schiacciatina aromatizzata con timo e porro). Per prenotare 068271545 o info@casalepodererosa.org


La biblioteca Passepartout per i servizi di prestito e restituzione libri è aperta in tutti gli orari di apertura generali (previo appuntamento a biblioteca@casalepodererosa.org)
L’aula studenti (all’aperto o all’interno) è fruibile nei giorni martedì-giovedì-sabato dalle 15 alle 19 e mercoledì-venerdì dalle 9,30 alle 13,30 previa prenotazione.
E’ possibile la consultazione delle librerie con le modalità per la fruizione dello spazio interno, oppure consultando i vari cataloghi ed elenchi on-line:
catalogo (OPAC) || ultimi arrivi || bibliografie visuali

bibliografia del 03.08.2022 per la video rassegna “film&libri dedicati... alla metà del mondo”

Prenota il prestito scrivendo a biblioteca@casalepodererosa.org


[Campagna di sottoscrizione 2022]

Campagna di sottoscrizione per l’anno 2022: il modulo cartaceo può essere compilato in sede.


Cineforum allargato! Le proiezioni dei film si svolgono nei pomeriggi del martedì, giovedì, venerdì e il sabato con doppia proiezione. I prossimi titoli in programma per la rassegna: Prosegue fino a sabato 12 marzo la rassegna Dedicato alla metà del mondo
giovedì 10 marzo
ore 17,30 E ORA DOVE ANDIAMO? di Nadine Labaki
venerdì 11 marzo
ore 17,30 SAMI BLOOD di Amanda Kernell Svezia
sabato 12 marzo
ore 16,00 QUO VADIS, AIDA? di Jasmila Zbanic
ore 18,00 MADRES PARALELAS di Pedro Almodóvar

Martedì 15 marzo per la settimana dedicata alla visione di trasposizioni cinematografiche di opere letterarie con la proiezione de IL GIARDINO DEI FINZI CONTINI di Vittorio De Sica (ore 17,30)

Consigliamo di venire con un po’ di anticipo sull’orario di inizio sia per aver tempo di gustarvi una calda o fredda bevanda, che per le procedure di ingresso in modo da non ritardare l’orario di inizio per la proiezione.

Prenotazioni per gli spettacoli: 068271545 o info@casalepodererosa.org

giovedì 10 marzo h.17,30
E ORA DOVE ANDIAMO?
di Nadine Labaki Libano, Francia, Egitto, Italia 2011 100’
Dalla regista libanese di Caramel, una commedia al femminile contro l’integralismo. In un paese in una zona montuosa del Medioriente la piccolo comunità è divisa tra musulmani e cattolici. Se gli uomini sono spesso pronti alla rissa tra opposte fazioni le donne, tra cui spiccano le figure di Amale, Takla, Yvonne, Afaf e Saydeh sono invece solidali nel cercare di distogliere mariti e figli dal desiderio di trasformare i pregiudizi in violenza. Non tralasciano alcun mezzo in questa loro missione, ivi compreso far piangere sangue a una statua della Madonna o far arrivare in paese delle ballerine da avanspettacolo dell’Europa dell’Est affinché i maschi siano attratti da loro più che dal ricorso alle armi. Si arriva però, nonostante tutto, a un punto di tensione tale in cui ogni tentativo di pacificazione sembra ormai inutile.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2011/etmaintenantonvaou/]

venerdì 11 marzo h.17,30
SAMI BLOOD
di Amanda Kernell Svezia 2016 110’
Discendente dalla comunità Sami da parte paterna, la regista svedese Amanda Kernell racconta la storia di un razzismo poco conosciuto e raramente rappresentato al cinema, quello della comunità Sami nell’estremo nord svedese, di cui fa parte appunto la protagonista del film. Elle Marja ha 14 anni, figlia di allevatori di renne è vittima della discriminazione etnica degli anni ’30, ma sogna di poter avere una vita diversa e scegliere il suo destino. Per questo inizia ad allontanarsi dalla sua famiglia di origine, parlare correttamente svedese e farsi chiamare Christina.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2016/sameblod/]

sabato 12 marzo
h.16,00 QUO VADIS, AIDA ?
di Jasmila Zbanic, Austria Bosnia-Herzegovina, Romania, Paesi Bassi, Germania, Polonia, Francia, Norvegia 2020 100’
Premiato come miglior film europeo del 2021, un film necessario: “Per le donne di Srebrenica e le 8372 vittime tra figli, mariti, fratelli, cugini, vicini…” Un’altro eccezionale ritratto di donna, dopo Il segreto di Esma, la bosniaca Jasmila Zbanic, prendendo spunto dalla vicenda realmente accaduta al traduttore Hasan Nuhanovic, torna a raccontare l’orrore, fermandosi sempre a un passo dall’irrappresentabile. Bosnia, luglio ‘95. Aida è un’interprete delle Nazioni Unite a Srebrenica. Quando l’esercito serbo occupa la città, la sua famiglia è tra le migliaia di cittadini che cercano rifugio. Come persona informata sulle trattative, Aida ha accesso a informazioni cruciali e si trova stretta tra due fuochi, nel disperato tentativo di salvare la propria famiglia e i propri concittadini.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2020/quo-vadis-aida/]

h. 18,00 MADRES PARALELAS
di Pedro Almodóvar Spagna 2021 120’
Classico melò almodovariano ricco di intrecci e colpi di scena, ma più misurato del solito nella forma. Madres paralelas, sono due donne, Janis e Ana, molto diverse fra loro che danno alla luce i propri figli nello stesso giorno, condividendo la stessa stanza in ospedale. Ma il destino finirà per incontrarle di nuovo dentro una Spagna che fa i conti col passato e il DNA nazionale. Il film è costruito sull’importanza del sapere la verità, anche se porta con sé dolore, della verità sul passato storico e della verità più intima dei personaggi, parla degli antenati e dei discendenti, della Storia della sua Spagna sotto la cui terra sono ancora sepolti centomila desaparecidos del franchismo.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2021/madres-paralelas/]


Promemoria prossimi appuntamenti in programma:

Martedì 15 marzo
ore 17,30 IL GIARDINO DEI FINZI CONTINI
di Vittorio De Sica Italia 1970 90’
Oscar 1971 per il miglior film straniero, Orso d’oro al XXI Festival di Berlino (1971). Liberamente tratto dall’omonimo romanzo (1962) di Giorgio Bassani, che però ripudiò la trasposizione. Non era certo il primo libro a cui Vittorio De Sica si ispirava per una propria opera cinematografica (si pensi, solo per citarne due tra i più famosi a Ladri di biciclette di Luigi Bartolini o a La ciociara di Moravia) ma è stato di certo quello che gli ha causato più problemi. La trama del film, così come quella del libro, narra del dramma vissuto da una nobile famiglia di Ferrara, con la persecuzione antisemita in atto durante la Seconda guerra mondiale. Nel 1938 la famiglia ebrea dei Finzi Contini vie espulsa, in seguito alla promulgazione delle leggi razziali, dal circolo di tennis della città di Ferrara. I figli praticano così la disciplina all’interno del loro ampio giardino e proprio lì nasceranno amori imprevisti. Quando l’intolleranza diventa sempre maggiore e anche gli studi universitari dei ragazzi vengono messi a serio rischio, la situazione precipita.
[fonte: https://www.cinemadelsilenzio.it/index.php?mod=poster&id=6247]

[Torna Rachid Benhadj, un regista “a km 0”, sabato 19 marzo 2022]

[MercatoBIO sabato 19 marzo 2022]

[Circolo di lettura della Biblioteca Passepartout del Casale Podere Rosa  2022]


[5x1000 al Casale Podere Rosa]


Il Casale Podere Rosa, nonostante l’ingiunzione di sfratto ricevuta a dicembre 2016, prosegue le attività sociali, culturali e di intrattenimento, di difesa e valorizzazione dei beni comuni e dell’ambiente, di promozione e sostegno dei piccoli agricoltori, con servizi per le famiglie e i giovani . La #vertenzaCPR è ancora in atto per impedire la chiusura e trasformazione di questo storico spazio sociale e culturale della periferia romana.
[vertenza_CPR]


Contatti:
e-mail info@casalepodererosa.org
telfisso 068271545 – telmobile 3920488606
casalepodererosa.orgbacheca fb

Torna Rachid Benhadj, un regista “a km 0”, sabato 19 marzo 2022

Torna Rachid Benhadj, un regista “a km 0”, sabato 19 marzo 2022

Torna al Casale il regista Rachid Benhadj con il suo straordinario cinema civile.
Dopo averci parlato di Matares e Profumi d’Algeri, ci racconterà l’esperienza della trasposizione cinematografica del romanzo Il pane nudo dello scrittore marocchino Mohammed Choukri, e del suo rapporto con l’autore, che dopo aver sempre rifiutato offerte dagli autori di cinema, scelse proprio lui…

sabato 19 marzo 2022

ore 16,00 proiezione del film:
IL PANE NUDO (Italia, 2004 90′)

ore 17,30 incontro con il regista

replica del film alle ore 18,30

sinossi:
IL PANE NUDO
di Rachid Benhadj Marocco, Algeria,Italia, Francia 2004 90’
Trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo autobiografico di Mohammed Choukri (1935-2003), considerato una delle opere più importanti della letteratura marocchina contemporanea. Il romanzo racconta la difficile infanzia e adolescenza dell’autore, vittima di un padre padrone violento, da cui riuscirà a fuggire a venti anni, trasformando così la strada nella sua casa. Finito in carcere, imparò a leggere e a scrivere grazie agli scritti del poeta tunisino Al Shabbi, riuscendo poi anche a diventare maestro e scrittore. Il romanzo, uscito nel 1960, diventa un caso letterario, un classico apprezzato nel resto del mondo ma censurato nei paesi arabi a causa della sua crudezza, fino al 2000. Per anni molti sceneggiatori avrebbero voluto adattare per il grande schermo la vicenda, ma Choukri non ha voluto altri che Rachid Benhadj.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2004/ilpanenudo/]

Dedicato alla metà del mondo. 8-12 marzo 2022

Dedicato alla metà del mondo. 8-12 marzo 2022. Film&Libri

Film in programma:
martedì 8 marzo
ore 17,30 IL CANTO DI PALOMA di Claudia Llosa

giovedì 10 marzo
ore 17,30 E ORA DOVE ANDIAMO? di Nadine Labaki

venerdì 11 marzo
ore 17,30 SAMI BLOOD di Amanda Kernell

sabato 12 marzo
ore 16,00 QUO VADIS, AIDA? di Jasmila Zbanic
ore 18,00 MADRES PARALELAS di Pedro Almodóvar

Libri proposti disponibile per prestito:

bibliografia del 03.08.2022 per la video rassegna “film&libri dedicati… alla metà del mondo”

Prenotazioni per gli spettacoli o per i libri: 068271545 o info@casalepodererosa.org

Sinossi dei film:
IL CANTO DI PALOMA
di Claudia Llosa Spagna, Perù 2008 94’
Originale film peruviano, che ha conquistato, per la prima volta per il suo paese, l’Orso d’Oro al 59° Festival di Berlino. Delicato, visionario e grottesco, ambientato nella periferia di Lima con protagonista Fausta, ragazza allattata con il ‘latte della tristezza’ perché nata negli anni Ottanta in cui terrorismo e stupri erano all’ordine del giorno, come le canta la madre. I traumi delle madri ricadono sulle figlie. Fausta, nel Perù di oggi, è terrorizzata da ciò che ha vissuto la generazione precedente la sua. Il terrore nei confronti degli uomini Fausta lo ha veramente succhiato con il latte tanto da renderla incapace di liberarsene per volgersi verso una sessualità accettata e consapevole. il film è la storia di un ritorno alla vita: perché, afferma la regista, anche dopo episodi così atroci bisogna sforzarsi di ritrovare un equilibrio e la fiducia nel prossimo.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2008/ilcantodipaloma/]

E ORA DOVE ANDIAMO?
di Nadine Labaki Libano, Francia, Egitto, Italia 2011 100’
Dalla regista libanese di Caramel, una commedia al femminile contro l’integralismo. In un paese in una zona montuosa del Medioriente la piccolo comunità è divisa tra musulmani e cattolici. Se gli uomini sono spesso pronti alla rissa tra opposte fazioni le donne, tra cui spiccano le figure di Amale, Takla, Yvonne, Afaf e Saydeh sono invece solidali nel cercare di distogliere mariti e figli dal desiderio di trasformare i pregiudizi in violenza. Non tralasciano alcun mezzo in questa loro missione, ivi compreso far piangere sangue a una statua della Madonna o far arrivare in paese delle ballerine da avanspettacolo dell’Europa dell’Est affinché i maschi siano attratti da loro più che dal ricorso alle armi. Si arriva però, nonostante tutto, a un punto di tensione tale in cui ogni tentativo di pacificazione sembra ormai inutile.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2011/etmaintenantonvaou/]

SAMI BLOOD
di Amanda Kernell Svezia 2016 110’
Discendente dalla comunità Sami da parte paterna, la regista svedese Amanda Kernell racconta la storia di un razzismo poco conosciuto e raramente rappresentato al cinema, quello della comunità Sami nell’estremo nord svedese, di cui fa parte appunto la protagonista del film. Elle Marja ha 14 anni, figlia di allevatori di renne è vittima della discriminazione etnica degli anni ’30, ma sogna di poter avere una vita diversa e scegliere il suo destino. Per questo inizia ad allontanarsi dalla sua famiglia di origine, parlare correttamente svedese e farsi chiamare Christina.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2016/sameblod/]

QUO VADIS, AIDA ?
di Jasmila Zbanic, Austria Bosnia-Herzegovina, Romania, Paesi Bassi, Germania, Polonia, Francia, Norvegia 2020 100’
Premiato come miglior film europeo del 2021, un film necessario: “Per le donne di Srebrenica e le 8372 vittime tra figli, mariti, fratelli, cugini, vicini…” Un’altro eccezionale ritratto di donna, dopo Il segreto di Esma, la bosniaca Jasmila Zbanic, prendendo spunto dalla vicenda realmente accaduta al traduttore Hasan Nuhanovic, torna a raccontare l’orrore, fermandosi sempre a un passo dall’irrappresentabile. Bosnia, luglio ‘95. Aida è un’interprete delle Nazioni Unite a Srebrenica. Quando l’esercito serbo occupa la città, la sua famiglia è tra le migliaia di cittadini che cercano rifugio. Come persona informata sulle trattative, Aida ha accesso a informazioni cruciali e si trova stretta tra due fuochi, nel disperato tentativo di salvare la propria famiglia e i propri concittadini.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2020/quo-vadis-aida/]

MADRES PARALELAS
di Pedro Almodóvar Spagna 2021 120’
Classico melò almodovariano ricco di intrecci e colpi di scena, ma più misurato del solito nella forma. Madres paralelas, sono due donne, Janis e Ana, molto diverse fra loro che danno alla luce i propri figli nello stesso giorno, condividendo la stessa stanza in ospedale. Ma il destino finirà per incontrarle di nuovo dentro una Spagna che fa i conti col passato e il DNA nazionale. Il film è costruito sull’importanza del sapere la verità, anche se porta con sé dolore, della verità sul passato storico e della verità più intima dei personaggi, parla degli antenati e dei discendenti, della Storia della sua Spagna sotto la cui terra sono ancora sepolti centomila desaparecidos del franchismo.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2021/madres-paralelas/]

Si vis pacem, para… || Pasolini-Appunti Film&Libri || MercatoBIO il 5. Newsletter 2.marzo.2022


[Casale Podere Rosa]
Newsletter di Casale Podere Rosa e Biblioteca Passepartout del 2.marzo.2022


[MercatoBIO sabato 5 e 19 marzo 2022]
Sabato 5 marzo dalle 9 alle 13,30 appuntamento con il MercatoBIO, agricoltura biologica a km Zero al Casale Podere Rosa. Ortaggi, pane e prodotti da forno dolci e salai e anche senza glutine, vino, olio, confetture e marmellate, verdure sott’olio, zafferano, miele, latticini e formaggi di ogni tipo… Prodotti biologici certificati o autocertificati venduti direttamente dai produttori. “Contro il biologico delle multinazionali …Sosteniamo gli agricoltori piccoli, locali, biologici, che vendono direttamente i propri prodotti coltivati nel rispetto dell’ambiente!”


Si vis pacem, para bellum (?)(…)Ripudiare la guerra significa lavorare per non crearne le premesse, per allontanarla, per annullare le possibilità che si verifichi. Come Occidente, come Italia, non lo abbiamo fatto. Ripudiare la guerra significa, quando comunque scoppia, non accettarne la logica infernale: cioè rifiutarsi di prendere le armi. Sappiamo bene che, oltre un certo limite, può essere impossibile rimanere coerenti con la pace: la guerra di liberazione partigiana ne è un esempio. Così doloroso da far scrivere ai vincitori che non avrebbe mai dovuto ripetersi: perché quella guerra era stata combattuta sotto una terribile costrizione, combattuta perché fosse l’ultima.
Ma sappiamo anche che, in questa situazione, la minaccia nucleare cancella radicalmente anche questa estrema ipotesi di guerra giusta: semplicemente perché nessuno potrebbe vincerla.(…)
“. Tomaso Montanari in Il realismo dei pacifisti contro il machiavellismo della politica (28/02/2022)


Orari&attività marzo 2022
[zona rosa ristretta]

Attività rivolte ai soci anno 2022 (informazioni sull’iscrizione all’associazione QUI)
martedì dalle 15 alle 19 con biblioteca, aula studio, caffetteria/sala da te’ e cineforum pomeridiano;
mercoledì dalle 9,30 alle 13,30 con biblioteca e aula studio;
giovedì dalle 15 alle 19 con biblioteca, aula studio, caffetteria/sala da te’ e cineforum pomeridiano;
venerdì dalle 9,30 alle 13,30 con biblioteca e aula studio; Gas-Gaabe dalle 16,30 alle 19,00, biobar, caffetteria e sala de te’ e cineforum pomeridiano;
sabato dalle 15 alle 19,00 con biblioteca e aula studio; cineforum pomeridiano dalle 16 in poi; biobar, caffetteria e sala de te’;
NB nei sabato di MercatoBio apertura h. 9


La biblioteca Passepartout per i servizi di prestito e restituzione libri è aperta in tutti gli orari di apertura generali (previo appuntamento a biblioteca@casalepodererosa.org)
L’aula studenti (all’aperto o all’interno) è fruibile nei giorni martedì-giovedì-sabato dalle 15 alle 19 e mercoledì-venerdì dalle 9,30 alle 13,30 previa prenotazione.
E’ possibile la consultazione delle librerie con le modalità per la fruizione dello spazio interno, oppure consultando i vari cataloghi ed elenchi on-line:
catalogo (OPAC) || ultimi arrivi || bibliografie visuali

bibliografia del 03.02.2022 per la video rassegna
"Pasolini-appunti"

Accanto alla bibliografia su Pasolini, abbiamo preparato altra selezione di libri “per
indagare le periferie,
quella romana in special modo

Prenota il prestito scrivendo a biblioteca@casalepodererosa.org


[Campagna di sottoscrizione 2022]

Campagna di sottoscrizione per l’anno 2022: il modulo cartaceo può essere compilato in sede.


Cineforum allargato! Le proiezioni dei film si svolgono nei pomeriggi del martedì, giovedì, venerdì e il sabato con doppia proiezione. I prossimi titoli in programma per la rassegna:
Pasolini-appunti. Rassegna dedicata a Pier Paolo Pasolini nel centenario della sua nascita. Una selezione di documenti, patrimonio della nostra piccola e periferica biblioteca Passepartout, girati da Pasolini che a quasi cinquant’anni anni di distanza sono quanto mai attuali. Presentiamo anche documenti girati da altri autori che guardano dentro Pasolini, un poeta e un regista che ha saputo raccontare meglio di tutti le periferie del mondo.
giovedì 3 marzo
ore 17,30 PROFEZIA/L’AFRICA DI PASOLINI di Gianni Borgna, Enrico Menduni
venerdì 4 marzo
ore 17,30 A FUTURA MEMORIA di Ivo Barnabò Micheli
sabato 5 marzo
ore 16,00 LA RABBIA di Pier Paolo Pasolini
ore 17,30 CENTOVENTI CONTRO NOVECENTO – PASOLINI, BERTOLUCCI E IL CALCIO di Alessandro Scillitani
ore 18,30 LA VOCE DI PASOLINI di Mario Sesti e Matteo Cerami

Martedì 8 marzo per la settimana dedicata alla “metà del mondo”, alle ore 17,30 proiezione di IL CANTO DI PALOMA di Claudia Llosa

Consigliamo di venire con un po’ di anticipo sull’orario di inizio sia per aver tempo di gustarvi una calda o fredda bevanda, che per le procedure di ingresso in modo da non ritardare l’orario di inizio per la proiezione.

Prenotazioni per gli spettacoli: 068271545 o info@casalepodererosa.org

giovedì 3 marzo h.17,30
PROFEZIA/L’AFRICA DI PASOLINI
di Gianni Borgna, Enrico Menduni Italia, Marocco 2013 73’ documentario
Profezia racconta il rapporto poetico, intellettuale e politico tra il Pasolini e il continente africano, mèta costante negli anni di viaggi e ispirazione. l’Africa è un serbatoio di contraddizioni insanabili che esploderanno negli scontri, nelle dittature, nei massacri di ieri e di oggi. Il valore profetico delle sue osservazioni continua a turbarci, in particolare quando descrive – trent’anni prima – l’esodo degli africani sui barconi e la loro “conquista” dell’Italia.
[fonte: http://www.centrostudipierpaolopasolinicasarsa.it/approfondimenti/su-profezia-lafrica-di-pasolini/]

venerdì 4 marzo h.17,30
A FUTURA MEMORIA
di Ivo Barnabò Micheli Italia 115’1986 documentario
Un film documentario sull’immagine pubblica, privata e professionale di Pasolini.
“ho voluto realizzare un viaggio di ricerca nel mondo di Pasolini, partendo dagli archivi di mezza Europa…”Dalla documentazione ma soprattutto dalle interviste raccolte tra chi gli era più vicino, tra i colleghi e i contestatori esce il complesso ritratto di una multiforme personalità che ha fatto uso dei più svariati mezzi di espressione artistica ma soprattutto quello di uno spirito forte, fecondo e provocatore.”
[fonte: https://mubi.com/films/a-futura-memoria-pier-paolo-pasolini]

sabato 5 marzo
h.16,00 LA RABBIA
di Pier Paolo Pasolini Italia 1963-2008 83’ documentario
Ipotesi di ricostruzione, per mano di Giuseppe Bertolucci, della versione originale del film, in origine interamente pasoliniana, eliminando la parte affidata in seguito dal produttore, a Giovannino Guareschi, trasformando il film in un’opera a quattro mani, secondo lo schema giornalistico del “visto da destra visto da sinistra. Pasolini vuole sperimentare “un nuovo genere cinematografico”, un film-poema basato su filmati tratti dai cinegiornali. Si confronta così con il quadro politico e sociale degli anni dalla Guerra Fredda al Boom economico, con la spregiudicatezza che gli era propria.

h.17,30 CENTOVENTI CONTRO NOVECENTO – PASOLINI, BERTOLUCCI E IL CALCIO
di Alessandro Scillitani Italia 2019 53’ documentario
Il documentario racconta la storia della domenica calcistica più importante del cinema italiano. Marzo 1975. In una domenica di primavera, sul campo del parco della Cittadella di Parma, si affrontano due singolari squadre di calcio: la rappresentativa della troupe di Salò o le centoventi giornate di Sodoma di Pier Paolo Pasolini contro quella di Novecento di Bernardo Bertolucci. Due film che segneranno la storia del cinema italiano e che si stavano girando negli stessi giorni, a pochi chilometri di distanza. Sarà una partita epica, leggendaria nei racconti della gente di cinema che vi partecipò, ma praticamente sconosciuta al pubblico. La “partitella” tra due colleghi/amici, che avevano avuto qualche dissapore, diviene così simbolo di un confronto di sguardi sulla vita e sulla Storia d’Italia (e non solo) tra i due registi. Ma il documentario ci racconta anche la passione sfrenata di Pasolini per il calcio. “Il calcio è l’ultima rappresentazione sacra del nostro tempo. È rito nel fondo, anche se è evasione. Mentre altre rappresentazioni sacre, persino la messa, sono in declino, il calcio è l’unica rimastaci“.

h. 18,30 LA VOCE DI PASOLINI
di Mario Sesti e Matteo Cerami Italia 2006 52’ documentario
Protagonista di questo interessante documentario è proprio la voce di Pasolini. Per la prima volta, a parlare non sono le immagini ma le parole e la lingua di Pasolini, attraverso Toni Servillo che legge brani tratti dalle poesie, dai saggi o dalle interviste rilasciate nel tempo, accostati a immagini di repertorio ricavate dall’Archivio del Movimento Operaio, dalla Cineteca di Bologna e da filmini amatoriali dagli anni ’30 ad oggi, che mostrano l’Italia degli anni ’60, quella del tanto amato sotto-proletariato, ma anche quella dell’odiata borghesia.

[fonte: https://www.mymovies.it/film/1963/larabbia/]
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2019/centoventi-contro-novecento/]
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2015/lavocedipasolini/]


Promemoria prossimi appuntamenti in programma:

Martedì 8 marzo
ore 17,30 IL CANTO DI PALOMA di Claudia Llosa Spagna,
Perù 2008 94’ Originale film peruviano, che ha conquistato, per la prima volta per il suo paese, l’Orso d’Oro al 59° Festival di Berlino. Delicato, visionario e grottesco, ambientato nella periferia di Lima con protagonista Fausta, ragazza allattata con il ‘latte della tristezza’ perché nata negli anni Ottanta in cui terrorismo e stupri erano all’ordine del giorno, come le canta la madre. I traumi delle madri ricadono sulle figlie. Fausta, nel Perù di oggi, è terrorizzata da ciò che ha vissuto la generazione precedente la sua. Il terrore nei confronti degli uomini Fausta lo ha veramente succhiato con il latte tanto da renderla incapace di liberarsene per volgersi verso una sessualità accettata e consapevole. il film è la storia di un ritorno alla vita: perché, afferma la regista, anche dopo episodi così atroci bisogna sforzarsi di ritrovare un equilibrio e la fiducia nel prossimo.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2008/ilcantodipaloma/]

sabato 26 marzo ore 16 Circolo di lettura
[Circolo di lettura della Biblioteca Passepartout del Casale Podere Rosa  2022]


[5x1000 al Casale Podere Rosa]


Il Casale Podere Rosa, nonostante l’ingiunzione di sfratto ricevuta a dicembre 2016, prosegue le attività sociali, culturali e di intrattenimento, di difesa e valorizzazione dei beni comuni e dell’ambiente, di promozione e sostegno dei piccoli agricoltori, con servizi per le famiglie e i giovani . La #vertenzaCPR è ancora in atto per impedire la chiusura e trasformazione di questo storico spazio sociale e culturale della periferia romana.
[vertenza_CPR]


Contatti:
e-mail info@casalepodererosa.org
telfisso 068271545 – telmobile 3920488606
casalepodererosa.orgbacheca fb

C’è chi ci ricorda che…||Cineforum: in viaggio fino al 26; Pasolini.Appunti 1-5marzo||Newsletter 23.febbraio.2022


[Casale Podere Rosa]
Newsletter di Casale Podere Rosa e Biblioteca Passepartout del 23.febbraio.2022


Alex Zanotelli ci ricorda che…Viviamo un momento drammatico della storia umana. Siamo sotto la minaccia dell’“inverno nucleare” e dell’ “ estate incandescente”! La prima provocata da una guerra nucleare e la seconda dalla paurosa crisi ambientale. In questo momento, per la crisi Ucraina, siamo terrorizzati dalla minaccia di una guerra nucleare. Tutto questo è il frutto amaro di una folle corsa mondiale al riarmo, soprattutto atomico. Stiamo infatti militarizzando il cielo e la terra.(…) Nel 2021 la spesa militare mondiale si aggira sui duemila miliardi di dollari(nel 2020 eravamo a 1.981 miliardi !) Quasi metà di queste assurde spese sono da attribuirsi a USA/NATO, seguiti a grande distanza da Russia e Cina. (…) E il nostro paese partecipa allegramente a questa corsa al riarmo. Lo scorso anno per armare l’Italia, il governo Draghi ha investito in armi circa trenta miliardi di euro. (…) Le grandi aziende belliche, Leonardo(ex-Finmeccanica) e Fincantieri (a partecipazione statale) sono in piena attività. L’Italia vende armi a tutti: l’importante è fare affari. (…) “La pandemia è ancora in pieno corso – ha detto recentemente Papa Francesco – la crisi sociale ed economica è ancora pesante, specialmente per i più poveri. Malgrado questo, ed è scandaloso, non cessano i conflitti armati e si rafforzano gli arsenali militari. E questo è lo scandalo“. in Sull’orlo del baratro di Alex Zanotelli (19/02/2022)

Alberto Castagnola ci ricorda che… “Il 2021 è stato il quinto anno più caldo da quando sono iniziate le rilevazioni, con una temperatura media globale che ha superato di 1,1-1,2 gradi il livello dell’epoca preindustriale. Il dato è particolarmente preoccupante per la presenza della Niña, il fenomeno metereologico che in genere causa un raffreddamento delle temperature; quindi ci si dovrebbe chiedere quali livelli sarebbero stati raggiunti in sua assenza. Non dobbiamo dimenticare che tutti gli ultimi sette anni sono stati i più caldi mai registrati.(…)” in Nuvole nere sul pianeta di Alberto Castagnola (20/02/2022)
[fonte: https://comune-info.net/nuvole-nere-sul-pianeta/]


Orari&attività gennaio 2022
[zona rosa ristretta]

Attività rivolte ai soci anno 2022 (informazioni sull’iscrizione all’associazione QUI)
martedì dalle 15 alle 19 con biblioteca, aula studio, caffetteria/sala da te’ e cineforum pomeridiano;
mercoledì dalle 9,30 alle 13,30 con biblioteca e aula studio;
giovedì dalle 15 alle 19 con biblioteca, aula studio, caffetteria/sala da te’ e cineforum pomeridiano;
venerdì dalle 9,30 alle 13,30 con biblioteca e aula studio; Gas-Gaabe dalle 16,30 alle 19,00, biobar, caffetteria e sala de te’ e cineforum pomeridiano;
sabato dalle 15 alle 19,00 con biblioteca e aula studio; cineforum pomeridiano dalle 16 in poi; biobar, caffetteria e sala de te’;
NB nei sabato di MercatoBio apertura h. 9


La biblioteca Passepartout per i servizi di prestito e restituzione libri è aperta in tutti gli orari di apertura generali (previo appuntamento a biblioteca@casalepodererosa.org)
L’aula studenti (all’aperto o all’interno) è fruibile nei giorni martedì-giovedì-sabato dalle 15 alle 19 e mercoledì-venerdì dalle 9,30 alle 13,30 previa prenotazione.
E’ possibile la consultazione delle librerie con le modalità per la fruizione dello spazio interno, oppure consultando i vari cataloghi ed elenchi on-line:
catalogo (OPAC) || ultimi arrivi || bibliografie visuali

Gli ultimi arrivi sono catalogati al 16 febbraio. Sono quasi esclusivamente libri ricevuti in donazione (un grazie a Rosella e a Cecilia).

Prenota il prestito scrivendo a biblioteca@casalepodererosa.org


[Campagna di sottoscrizione 2022]

Campagna di sottoscrizione per l’anno 2022: il modulo cartaceo può essere compilato in sede.

Cineforum allargato! Le proiezioni dei film si svolgono nei pomeriggi del martedì, giovedì, venerdì e il sabato con doppia proiezione. I prossimi titoli in programma per la rassegna In Viaggio per una nuova vita: Ci si sposta spesso per lavoro, per turismo, ma gran parte degli spostamenti sono di persone che cercano un futuro diverso. Lo cercano migranti che fuggono da fame o guerre ma lo sono anche migranti che vogliono ricostruire la loro vita ritrovando le proprie radici e persone insoddisfatte della propria condizione che sperano di trovare altrove una vita migliore. Una mini rassegna di queste condizioni, con film che affrontano questi temi facendoci riflettere affrontando l’argomento attraverso la commedia.
giovedì 24 MIRACOLO A LE HAVRE di Aki Kaurismaki (h.17,30)
venerdì 25 LITTLE MISS SUNSHINE di Jonathan Dayton (h.17,30)
sabato 26 …alle ore 16 niente film, ma appuntamento del Circolo di Lettura
sabato 26 # IOSONOQUI di Eric Lartigau (h.18,00)

Cineforum 1-5 marzo
Pasolini-appunti.
Rassegna dedicata a Pier Paolo Pasolini nel centenario della sua nascita. Una selezione di documenti, patrimonio della nostra piccola e periferica biblioteca Passepartout, girati da Pasolini che a quasi cinquant’anni anni di distanza sono quanto mai attuali. Presentiamo anche documenti girati da altri autori che guardano dentro Pasolini, un poeta e un regista che ha saputo raccontare meglio di tutti le periferie del mondo. Anticipiamo i film documentari in programma:
martedì 1 marzo
ore 17,30 LE MURA DI SANA’A di Pier Paolo Pasolini
ore 18,00 SOPRALLUOGHI IN PALESTINA di Pier Paolo Pasolini
giovedì 3 marzo
ore 17,30 PROFEZIA/L’AFRICA DI PASOLINI di Gianni Borgna, Enrico Menduni
venerdì 4 marzo
ore 17,30 A FUTURA MEMORIA di Ivo Barnabò Micheli
sabato 5 marzo
ore 16,00 LA RABBIA di Pier Paolo Pasolini
ore 17,30 CENTOVENTI CONTRO NOVECENTO – PASOLINI, BERTOLUCCI E IL CALCIO di Alessandro Scillitani
ore 18,30 PASOLINI PROSSIMO NOSTRO di Giuseppe Bertolucci

Consigliamo di venire con un po’ di anticipo sull’orario di inizio sia per aver tempo di gustarvi una calda o fredda bevanda, che per le procedure di ingresso in modo da non ritardare l’orario di inizio per la proiezione.

Prenotazioni per gli spettacoli: 068271545 o info@casalepodererosa.org

giovedì 24 febbraio h.17,30
MIRACOLO A LE HAVRE
di Aki Kaurismaki Finlandia,Francia, Germania 2011 93’
Uno dei migliori Kaurismaki in assoluto. Una storia toccante e sincera, un film sulla speranza e sulla fratellanza ambientato nella città portuale dell’alta Normandia. Una fiaba? Forse. Michel, un anziano lustrascarpe ex-artista di successo, un giorno incontra Idrissa, un giovanissimo clandestino che cerca di sfuggire alla polizia che lo bracca e soprattutto desidera ricongiungersi con i parenti che vivono a Londra. Michel decide di aiutare il ragazzo correndo anche diversi rischi con la legge e scoprirà che ogni atto di gentilezza e rispetto può davvero causare miracoli.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2011/lehavre/]

venerdì 25 febbraio h.17,30
LITTLE MISS SUNSHINE
di Jonathan Dayton USA 2006 99′
Vincitore di due premi Oscar, il film indipendente affronta con leggerezza, mai con superficialità, temi importanti. Deliziosa commedia on the road su una stravagante famiglia in viaggio attraverso le strade d’America a bordo di un camper malmesso per raggiungere la sede di un concorso di bellezza di bambine, scoprendo che le cosiddette famiglie tradizionali sono talvolta molto peggio di loro. Sapida satira della famiglia e della società americana. Little Miss Sunshine mostra quanto è difficile essere adolescenti, quanto è difficile tenere insieme una famiglia, quanto è difficile affermarsi nel mondo del lavoro sostenendo un’idea propria, quanto è difficile convivere con i rimpianti della vecchiaia, quanto è difficile essere diversi, in tutti i sensi possibili. E di fronte alla richiesta stringente e terrificante di successo della società occidentale contemporanea suggerisce una soluzione altra: il successo è riuscire a restare se stessi, sopravvivere con tenacia e poter contare su qualcuno.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2006/little-miss-sunshine/]

sabato 26 febbraio h.16,00
…alle ore 16 niente film, ma appuntamento del Circolo di Lettura: discussione sulla lettura del mese: due opere dello scrittore italiano Paolo Cognetti: “Le otto montagne” e “La felicità del lupo” recentemente uscito per Einaudi Editore. Si tratta di romanzi ambientati nel mondo delle piccole comunità di montagna, particolarmente congeniale ad un autore anche socialmente impegnato nella tutela dell’ecosistema e della cultura rurale montana. Si discuterà anche sulla proposto di “…fare un viaggio letterario in Cina…” affrontando la lettura di opere letterarie di autori cinesi o di scrittori esperti di questioni cinesi.
[Circolo di lettura della Biblioteca Passepartout del Casale Podere Rosa  2022]

sabato 26 febbraio h.18,00
#IOSONOQUI
di Eric Lartigau Francia 2020 97’
Dal regista di La famiglia Bélier, una commedia su una fuga romantica verso la Corea del Sud e la sua cultura, dove il concetto del “nunchi” sarà la chiave per ritrovare il proprio posto nel mondo. Nunchi (noonchi), termine coreano e anche filosofia di vita, che potrebbe essere tradotto con intelligenza emotiva, empatia. L’importante è entrare in contatto con il prossimo abbandonando ogni pregiudizio e ascoltare gli altri con la giusta attenzione. Ma è proprio il nunchi a mancare a Stéphane, chef francese di successo, maturo, separato, padre di due figli, da poco tempo drogato di social network, che parte per cercare una pittrice coreana conosciuta proprio su uno dei social più in voga. La ricerca della donna ideale si rivela però un viaggio alla riscoperta di sé stessi. Ma #IoSonoQui è anche una storia di alberi. Il confronto tra una solida e immobile quercia francese e un rigoglioso ciliegio coreano in fiore.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2020/jesuisla/]

martedì 1 marzo h.17,30
Apre la rassegna Pasolini-appunti il film documentario
LE MURA DI SANA’A
di Pier Paolo Pasolini Italia 1971 14’ documentario
Film documentario in forma di appello all’UNESCO, girato da Pier Paolo Pasolini al termine delle riprese de Il Decameron, mentre era ancora nello Yemen. L’appello di Pasolini fu accolto e nel 1986 per le sue preziose testimonianze artistiche la città vecchia di Sana’a è stata dichiarata patrimonio dell’umanità, ma ciò non l’ha salvata dalla devastazione della guerra.


Promemoria prossimi appuntamenti in programma:
[MercatoBIO sabato 5 e 19 marzo 2022]


[5x1000 al Casale Podere Rosa]


Il Casale Podere Rosa, nonostante l’ingiunzione di sfratto ricevuta a dicembre 2016, prosegue le attività sociali, culturali e di intrattenimento, di difesa e valorizzazione dei beni comuni e dell’ambiente, di promozione e sostegno dei piccoli agricoltori, con servizi per le famiglie e i giovani . La #vertenzaCPR è ancora in atto per impedire la chiusura e trasformazione di questo storico spazio sociale e culturale della periferia romana.
[vertenza_CPR]


Contatti:
e-mail info@casalepodererosa.org
telfisso 068271545 – telmobile 3920488606
casalepodererosa.orgbacheca fb

Pasolini-appunti. 1-5 marzo 2022

Cineforum 1-5 marzo/Pasolini-appunti

Rassegna dedicata a Pier Paolo Pasolini nel centenario della sua nascita. Una selezione di documenti, patrimonio della nostra piccola e periferica biblioteca Passepartout, girati da Pasolini che a quasi cinquant’anni anni di distanza sono quanto mai attuali. Presentiamo anche documenti girati da altri autori che guardano dentro Pasolini, un poeta e un regista che ha saputo raccontare meglio di tutti le periferie del mondo.

film documentari in programma:
martedì 1 marzo
ore 17,30 LE MURA DI SANA’A di Pier Paolo Pasolini
ore 18,00 SOPRALLUOGHI IN PALESTINA di Pier Paolo Pasolini

giovedì 3 marzo
ore 17,30 PROFEZIA/L’AFRICA DI PASOLINI di Gianni Borgna, Enrico Menduni

venerdì 4 marzo
ore 17,30 A FUTURA MEMORIA di Ivo Barnabò Micheli

sabato 5 marzo
ore 16,00 LA RABBIA di Pier Paolo Pasolini
ore 17,30 CENTOVENTI CONTRO NOVECENTO – PASOLINI, BERTOLUCCI E IL CALCIO di Alessandro Scillitani
ore 18,30 LA VOCE DI PASOLINI di Mario Sesti e Matteo Cerami

Prenotazioni per gli spettacoli: 068271545 o info@casalepodererosa.org

sinossi:
LE MURA DI SANA’A
di Pier Paolo Pasolini Italia 1971 14’ documentario
Film documentario in forma di appello all’UNESCO, girato da Pier Paolo Pasolini al termine delle riprese de Il Decameron, mentre era ancora nello Yemen. L’appello di Pasolini fu accolto e nel 1986 per le sue preziose testimonianze artistiche la città vecchia di Sana’a è stata dichiarata patrimonio dell’umanità, ma ciò non l’ha salvata dalla devastazione della guerra.

SOPRALLUOGHI IN PALESTINA
di Pier Paolo Pasolini Italia 1964 52’ documentario
Un documento straordinario e poetico. La cronaca dell viaggio realizzato da Pasolini nel 1963 in Terra Santa alla ricerca dei luoghi per Il Vangelo secondo Matteo, in compagnia di Don Carraro, della Pro Civitate Christiana di Assisi. Pur toccandolo profondamente, i luoghi della passione deludono l’artista. Mentre cerca l’antico e il sacro, in un paesaggio dove tutto sembra “bruciato nella materia e nello spirito”, Pasolini trova modernità, folclore o intollerabile miseria. Questa scoperta porterà Pasolini a girare il film in Italia, nella più povera e arcaica Italia del sud, scegliendo di ambientarlo nei Sassi di Matera.

PROFEZIA/L’AFRICA DI PASOLINI
di Gianni Borgna, Enrico Menduni Italia, Marocco 2013 73’ documentario
Profezia racconta il rapporto poetico, intellettuale e politico tra il Pasolini e il continente africano, mèta costante negli anni di viaggi e ispirazione. l’Africa è un serbatoio di contraddizioni insanabili che esploderanno negli scontri, nelle dittature, nei massacri di ieri e di oggi. Il valore profetico delle sue osservazioni continua a turbarci, in particolare quando descrive – trent’anni prima – l’esodo degli africani sui barconi e la loro “conquista” dell’Italia.

A FUTURA MEMORIA
di Ivo Barnabò Micheli Italia 115’1986 documentario
Un film documentario sull’immagine pubblica, privata e professionale di Pasolini.
“ho voluto realizzare un viaggio di ricerca nel mondo di Pasolini, partendo dagli archivi di mezza Europa…”Dalla documentazione ma soprattutto dalle interviste raccolte tra chi gli era più vicino, tra i colleghi e i contestatori esce il complesso ritratto di una multiforme personalità che ha fatto uso dei più svariati mezzi di espressione artistica ma soprattutto quello di uno spirito forte, fecondo e provocatore.”

LA RABBIA
di Pier Paolo Pasolini Italia 1963-2008 83’ documentario
Ipotesi di ricostruzione, per mano di Giuseppe Bertolucci, della versione originale del film, in origine interamente pasoliniana, eliminando la parte affidata in seguito dal produttore, a Giovannino Guareschi, trasformando il film in un’opera a quattro mani, secondo lo schema giornalistico del “visto da destra visto da sinistra. Pasolini vuole sperimentare “un nuovo genere cinematografico”, un film-poema basato su filmati tratti dai cinegiornali. Si confronta così con il quadro politico e sociale degli anni dalla Guerra Fredda al Boom economico, con la spregiudicatezza che gli era propria.

CENTOVENTI CONTRO NOVECENTO – PASOLINI, BERTOLUCCI E IL CALCIO
di Alessandro Scillitani Italia 2019 53’ documentario
Il documentario racconta la storia della domenica calcistica più importante del cinema italiano.
Marzo 1975. In una domenica di primavera, sul campo del parco della Cittadella di Parma, si affrontano due singolari squadre di calcio: la rappresentativa della troupe di Salò o le centoventi giornate di Sodoma di Pier Paolo Pasolini contro quella di Novecento di Bernardo Bertolucci. Due film che segneranno la storia del cinema italiano e che si stavano girando negli stessi giorni, a pochi chilometri di distanza. Sarà una partita epica, leggendaria nei racconti della gente di cinema che vi partecipò, ma praticamente sconosciuta al pubblico. La “partitella” tra due colleghi/amici, che avevano avuto qualche dissapore, diviene così simbolo di un confronto di sguardi sulla vita e sulla Storia d’Italia (e non solo) tra i due registi. Ma il documentario ci racconta anche la passione sfrenata di Pasolini per il calcio. “Il calcio è l’ultima rappresentazione sacra del nostro tempo. È rito nel fondo, anche se è evasione. Mentre altre rappresentazioni sacre, persino la messa, sono in declino, il calcio è l’unica rimastaci“.

LA VOCE DI PASOLINI
di Mario Sesti e Matteo Cerami Italia 2006 52’ documentario
Protagonista di questo interessante documentario è proprio la voce di Pasolini. Per la prima volta, a parlare non sono le immagini ma le parole e la lingua di Pasolini, attraverso Toni Servillo che legge brani tratti dalle poesie, dai saggi o dalle interviste rilasciate nel tempo, accostati a immagini di repertorio ricavate dall’Archivio del Movimento Operaio, dalla Cineteca di Bologna e da filmini amatoriali dagli anni ’30 ad oggi, che mostrano l’Italia degli anni ’60, quella del tanto amato sotto-proletariato, ma anche quella dell’odiata borghesia.

I libri disponibili per il prestito in biblioteca Passepartout del Casale Podere Rosa:

bibliografia del 03.02.2022 per la video rassegna “Pasolini-appunti”