biblioArena dal 16 al 25 giugno

Nell'ambito della programmazione
E…State al Casale 2022

Giovedì 16 giugno
Il bambino nascosto di Roberto Andò (2021)

Venerdì 17 giugno
In dobious battle di James Franco (2016)

Sabato 18 giugno
Storm Boy – Il ragazzo che sapeva volare di Shaun Seet (2020)

INFO & ORARI:
*registrazione e tesseramento entro le h.21,15
*inizio film alle ore 21,30
*Ingresso gratuito. Gradita donazione.
*Riservato ai soci anno in corso (leggi info)

sinossi dei film

IL BAMBINO NASCOSTO
di Roberto Andò Italia, Francia 2021 106’
Roberto Andò dirige l’adattamento cinematografico del suo omonimo romanzo (La Nave di Teseo, 2020). La monotona vita quotidiana di un maestro di musica viene sconvolta dall’improvvisa irruzione nel suo appartamento di un bambino che cerca un nascondiglio sicuro dalle vendette della camorra. L’incontro di due profonde emarginazioni, dalle opposte polarità. Due mondi che non dovrebbero mai incontrarsi e invece vivono nello stesso edificio. Un incontro difficile ma che porta un vento di speranza dentro due profonde solitudini.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2021/il-bambino-nascosto/]

IN DOBIOUS BATTLE
di James Franco Stati Uniti 2016 110’
Dopo Furore e Uomini e topi, un’altra trasposizione dai romanzi di John Steinbeck: La battaglia, pubblicato nel 1936 e tradotto in Italia da Eugenio Montale nel 1940, che narra la storia di uno sciopero di braccianti, del suo fallimento e di uomini che trasformano la propria disperazione in lotta per il riconoscimento dei propri diritti fondamentali. America, anni Trenta. Sullo sfondo della Grande Depressione, Mac e Jim, due attivisti politici, si infiltrano in un gruppo di braccianti raccoglitori di mele della California, per convincerli a scioperare e lottare contro i padroni per il riconoscimento dei propri diritti. Ben presto, però, il gruppo si anima di una vita propria, più forte dei suoi singoli componenti e molto più vigorosa. In tutto il paese i lavoratori condussero battaglie come questa per ottenere un trattamento equo. Solo nel 1934 più di 1,5 milioni di lavoratori parteciparono a più di 2000 scioperi.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2016/indubiousbattle/]

STORM BOY IL RAGAZZO CHE SAPEVA VOLARE
di Shaun Seet Australia 2020 95’
Una favola ecologica che emoziona tutta la famiglia, tratta dall’omonimo classico della letteratura per l’infanzia, dell’australiano Colin Thiele, che tratta temi universali come ambiente, amicizia, famiglia, perdita e speranza. E’ la storia di una straordinaria amicizia tra un ragazzino e un pellicano, ambientata nel lontano Coorong National Park dell’Australia Meridionale. Il piccolo Michael Kingley, soprannominato “Storm Boy”, è diventato un uomo d’affari di successo ormai in pensione . Grazie alla nipote Maddy , sensibile alle questioni ambientali, Michael inizia a rievocare la sua infanzia ormai dimenticata, trascorsa col padre lungo la costa isolata e incontaminata nel lontano Coorong National Park. Il susseguirsi d’immagini del suo passato lo riporterà ai ricordi di come, da ragazzo, avesse salvato e allevato uno straordinario pellicano orfano di madre, da lui chiamato Mr. Percival. Il loro legame molto speciale e incondizionato avrà un effetto profondo su tutta la sua vita e lo porterà a una presa di coscienza risolutiva sul futuro della sua famiglia e dell’ambiente che lo circonda.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2020/storm-boy-il-ragazzo-che-sapeva-volare/]


biblioArena dal 23 al 25 giugno

Giovedì 23 giugno
Madres paralelas di Pedro Almodóvar (2021)

Venerdì 24 giugno
Un eroe di Ashgar Farhadi (2021)

Sabato 25 giugno
La padrina di Jean Paul Salomé (2019)

INFO & ORARI:
*registrazione e tesseramento entro le h.21,15
*inizio film alle ore 21,30
*Ingresso gratuito. Gradita donazione.
*Riservato ai soci anno in corso (leggi info)

sinossi dei film

MADRES PARALELAS
di Pedro Almodóvar Spagna 2021 120’
Classico melò almodovariano ricco di intrecci e colpi di scena, ma più misurato del solito nella forma. Janis e Ana sono le madres paralelas molto diverse fra loro che danno alla luce i propri figli nello stesso giorno condividendo la stessa stanza in ospedale. Il destino finirà per incontrarle di nuovo dentro una Spagna che fa i conti col passato e l’esame del “DNA” nazionale. Il film è costruito sull’importanza della conoscenza della verità -anche se porta con sé dolore- quella storica e quella intima dei personaggi, Almodovar parla degli antenati e dei discendenti, della storia della sua Spagna sotto la cui terra sono ancora sepolti centomila desaparecidos del franchismo.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2021/madres-paralelas/]

UN EROE
di Ashgar Farhadi Francia 2021 122’
Gran premio della giuria a Cannes 2021. Essere eroi al giorno d’oggi, in tempo di social. Il regista iraniano di Una separazione, torna descrivere le derive della società iraniana, logorata dalla burocrazia, la diffidenza, la manipolazione, attraverso il destino di Rahim e della sua impossibile redenzione. Eroe per un giorno e povero diavolo per sempre. Un uomo agli arresti per un debito non pagato restituisce alla legittima proprietaria una borsa contenente delle monete d’oro trovata per caso ad una fermata dell’autobus. Un fatto di cronaca di minore importanza che non meriterebbe più di qualche riga delle pagine locali, diventa spunto per un film di denuncia della società attuale preda dei media e dei social in grado di elevare in un solo giorno le persone ad eroi e di distruggerle il giorno successivo. Il film è stato girato a Shiraz, l’antica capitale nel sud dell’Iran, epicentro culturale del Paese, scelta perchè si tratta di “una città più umile, ordinaria rispetto a Teheran, dove si trovano ancora persone disposte a darti una mano e ad offrirsi se ti trovi in una situazione complicata”.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2021/a-hero/]

LA PADRINA
di Jean Paul Salomé Francia 2019 102’
Commedia-thriller tratta dal romanzo La bugiarda di Hannelore Cayre (scrittrice nonché avvocato penalista parigino). Il film ha vinto il Premio Jacques-Deray 2021 del miglior film poliziesco francese. Un altro ruolo degno di memoria per Isabelle Huppert che, con ironia, personifica Patience, una interprete franco-araba specializzata in intercettazioni telefoniche per la squadra narcotica. Frustrata e annoiata da un lavoro duro e mal pagato, durante un’intercettazione viene a conoscenza dei traffici poco raccomandabili del figlio di una donna a lei cara. Decide così di dare una svolta alla sua vita e intrufolarsi nella rete dei trafficanti, per proteggere il giovane. La padrina è un film tutto di donne: donne che sanno cavarsela, donne che sanno salvarsi. Donne che sanno ingannare. Donne francesi, arabe, cinesi che prendono decisioni, che si prendono rischi. Che trovano soluzioni inattese.
[fonte: https://www.mymovies.it/film/2019/la-daronne/]